Traffico Pasquetta, caos sulle autostrade/ 20 km di code in Veneto, rallentamenti anche sulla A14

Traffico di Pasquetta, è caos sulle autostrade italiane: congestionamenti e disagi sull’intera rete. In Veneto si segnala una coda di oltre 20 km, mentre ci sono rallentamenti pure sulla A14

migranti_polizia_bici_autostrada_twitter_2017
Autostrada, una foto (Archivio)

È un lunedì di Pasquetta all’insegna del caos per coloro che si spostano sulla rete autostradale nazionale: nella giornata di oggi, infatti, sono state confermate le previsioni che parlavano di una situazione da “bollino rosso” e il traffico sembra farlo da padrone, in particolare al centro e al nord. Secondo quanto comunicato nelle ultime ore, sarebbero migliaia gli automobilisti che, in particolar modo in Veneto e sulla A14, sono praticamente fermi a causa di congestionamenti nella circolazione o di maxi-code: situazione ampiamente prevedibile dal momento che sono circa 11 milioni gli italiani che hanno deciso di spostarsi, approfittando della giornata festiva per una gita fuori porta o raggiungere alcune località di mare grazie anche alle favorevoli condizioni meteorologiche. Tuttavia, la situazione di criticità su autostrade e strade extraurbane di tutta la penisola dovrebbe continuare fino a questa sera, rendendo difficile il rientro di molti e causando situazioni di disagio anche per chi da ore è in coda.

20 KM DI CODE SULLA A4 VENETA

Stando a quanto comunicato da Autovie Venete, la concessionaria per la gestione della rete autostradale regionale, la situazione più critica si registra sulla A4 Torino-Trieste e proprio nel tratto compreso tra Padova e Vicenza: in questo caso alcune code superano addirittura i 20 km complessivi e stanno trasformando il viaggio di molti automobilisti in una vera e propria Odissea. Nel tratto veneto della A4, infatti, persistono incolonnamenti in direzione Milano e sono stati causati, in parte, anche da un incidente nella mattinata; solo nell’ultima ora la situazione ha cominciato a migliorare, ma preoccupa molto anche una seconda coda, questa volta di circa 11 km, nei pressi di Verona e i rallentamenti che i flussi turistici hanno causato nei pressi del Lago di Garda. Abbastanza identica la fotografia anche sull’autostrada A14, dove la Società Autostrade ha segnalato delle code tra Bologna – San Lazzaro e Imola, ma anche sull’A1 tra Roma e Napoli (in particolare in prossimità delle uscite per Acerra e anche Salerno); tra Villa Literno e Napoli Nordl in base all’ultima rilevazione, sarebbero circa sette i chilometri di coda. Nonostante alcuni lievi miglioramenti nel primo pomeriggio, tuttavia, la fase “calda” non è ancora alle spalle e ci si attende un nuovo picco a ridosso delle prime ore serali un po’ su tutta la rete nazionale a causa del traffico intenso e del rientro a casa di milioni di persone.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori