SAN RICCARDO/ Santo del giorno, il 3 aprile si celebra il protettore dei cocchieri

- Matteo Fantozzi

Il 3 aprile si celebra San Riccardo. Questi è considerato il protettore dei cocchieri di tutto il mondo. Connubio dovuto al fatto che durante la giovinezza era un abile conduttore di cavalli

croce_pixabay_2017
Pixabay

San Riccardo, si festeggia oggi 3 aprile

Nel giorno del 3 aprile la chiesa cattolica festeggia San Riccardo di Chichester che fu un vescovo inglese. Riccardo nacque nel 1197 a Droitwich Spa, nel Regno di Inghilterra. La sua provienza era quella di piccoli proprietari terrieri che non potevano permettersi di far studiare i figli. Per questo Riccardo, pur andando molto bene negli studi, dovette dedicarsi all’attività agricola per soddisfare le esigenze economiche familiari. Ad un certo punto della sua vita, però, un fattore esterno dovette intervenire perché Riccardo potè abbandonare la terra e tornare al suo amato studio. Intorno al 1214 si iscrisse all’Università di Oxford dove seguì i corsi di Roberto Grossatesta e del vescovo Edmond Rich. Dopo Oxford proseguì i suoi srudi a Parigi e poi a Bologna per specializzarsi in diritto canonico. Qui gli capitò l’opportunità di contrarre un matrimonio molto favorevole dal punto di vista economico ma Riccardo rifiutò per ben due volte avendo ormai capito di voler consacrare la sua vita a Cristo. A 38 anni fece finalmente ritorno a Oxford e qui venne nominato rettore dell’università grazie alla sua fama di uomo colto ed erudito.

Dopo poco Edmond, suo primo maestro, lo volle come cancelliere nella sua importantissima diocesi. Per alcuni anni quindi Riccardo seguì il maestro in tutti i suoi viaggi ma proprio durante uno di questi Edmond morì. Lasció peró in eredità a Riccardo un calice e lui, preso dall’ispirazione, si fece prete dopo aver studiato due anni teologia. Inizialmente a Riccardo fu affidata una piccola diocesi di campagna ma ben presto fu richiamato nel suo antico posto di cancelliere. Nel 1244 si ritrovó suo malgrado al centro di una contesa. Riccardo fu infatti il candidato della chiesa per la carica di vescovo di Chichester ma era inviso al re che preferiva un altro candidato. Chiesa e re si rivolsero così al papa il quale consacró Riccardo come vescovo, scatenando le ire del re che confiscó tutti i beni appartenenti alla diocesi. Riccardo si trovó così ad essere un vescovo povero e a zappare la terra per poter mangiare. Solo qualche anno dopo il re restituì a Riccardo tutti i beni dei quali aveva diritto e il vescovo utilizzó i tesori per alleviare le sofferenze dei poveri e dei malati. Riccardó morì nel 1253 a Dover, proprio nella giornata del 3 aprile. San Riccardo è oggi considerato il protettore dei cocchieri di tutto il mondo. Questo connnubio è dovuto forse al fatto che durante la sua giovinezza trascorsa nella fattoria del padre Riccardo divenne un abile conduttore di cavalli.

Gli altri Santi che si celebrano oggi

Il 3 aprile è una data nella quale si festaggiano anche molti altri santi e beati. In particolare, in questo giorno si celebra anche il vescovo San Giovanni I di Napoli; il beato Pietro Edoardo; il sacerdote San Luigi Scrosoppi; i santi martiri Pappo e Crespo; il papa San Sisto I; il martire Sant’ Ulpiano di Tiro e il beato Gandolfo da Binasco, solo per citare quelli più noti. In realtà l’elenco è molto più lungo e comprende altri beati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori