MILANO, STUDENTESSA RISCHIA STUPRO: SALVATA DA PASSANTE/ Caccia agli aggressori nordafricani

- Paolo Vites

Tentativo di stupro ieri notte in pieno centro a Milano, gli aggressori messi in fuga da un passante casuale. E’ polemica sulla mancanza di sicurezza nelle strade della città

polizia_operazione_terrorismo_violenza_firenze_bambina_schiava_youtube_2017
Bimba venduta come sposa, Firenze (YouTube)

Milano, studentessa rischia stupro: salvata da passante. Nuovi aggiornamenti sulla triste vicenda che ha coinvolto una ragazza inglese, aggredita ieri sera da due ragazzi tra l’università Cattolica e le Colonne di San Lorenzo. Decisivo l’intervento di un uomo che passava da quelle parti per caso: dopo aver urlato e minacciato di chiamare la polizia, i due malviventi si sono allontanati. I Militari della “Compagnia Duomo”, come sottolinea il Corriere della Sera, sono al lavoro per individuare i due aggressori: la ragazza ha fornito loro una descrizione generica, ricordando con buona approssimamzione che le sembravano due ragazzi nordafricani. La caccia partirà dalla zona del brutto episodio, che negli ultimi tempi è diventata una piazza di piccolo spaccio, nonostante la presenza di polizia e carabinieri aumentata esponenzialmente, con controlli a tappeto e interventi in borghese. (Agg. Massimo Balsamo)

“DEVO DENUNCIARE UNA BRUTTA COSA”

La ragazza inglese vittima di un tentato stupro in via De Amicis, a Milano, dovrà ringraziare per sempre il suo salvatore, un passante che vedendo due uomini nell’atto di spogliare una ragazza in una zona appartata dell’area compresa tra l’università Cattolica e le Colonne di San Lorenzo ha avuto il sangue freddo (e il coraggio) di mettersi ad urlare minacciando i malviventi che avrebbe immediatamente allertato la polizia di quanto stava accadendo davanti ai suoi occhi. Come riportato da Il Corriere della Sera, la giovane britannica – che studia a Milano da qualche mese – era sotto choc, ma non essendo ferita quella notte ha preferito non richiedere l’intervento dell’ambulanza e fare rientro nella propria abitazione. Il mattino dopo si è presentata alla stazione dei carabinieri: “Devo denunciare una brutta cosa”. (agg. di Dario D’Angelo)

TENTATO STUPRO A MILANO IN PIENO CENTRO

Milano pericolosa, mai così dagli anni 70, quando la gente si chiudeva in casa al calare delle luci e le strade erano deserte. Ma allora c’erano il terrorismo e le violenze politiche, oggi c’è il rischio stupro e a non poter più girare di notte da sole sono le donne, le vittime. Dopo gli episodi dei giorni scorsi in cui una ragazza inglese è stata accoltellata alla Stazione Centrale, ieri notte un’altra giovane inglese di vent’anni ha rischiato lo stupro in pieno centro, via De Amicis verso l’una e trenta di notte. Poco distante dalla stazione Cadorna e dall’università Cattolica. A un certo punto due uomini le bloccano il cammino, la bloccano, la spogliano. E’ evidente che vogliono violentarla, stuprarla, lì in mezzo alla strada.

SALVATA DA “UN ANGELO CUSTODE”

Per sua immensa fortuna c’è qualcuno che passa di là, un uomo che vede tutto e si mette ad urlare, minaccia di chiamare la polizia. I due criminali fuggono immediatamente. Secondo la ricostruzione della giovane si tratterebbe ancora una volta di due nordafricani, come poche notti fa, ma la stessa ragazza dice che era piuttosto ubriaca, aveva passato la serata a bere con amici ammetterà. Nordafricani o no, ennesimo tentativo di stupro in una città che ormai è in mano a criminali di qualunque razza e tipo, che uccidono anziane nei parchi, che ammazzano per rubare un portafogli, che stuprano. E l’operazione strade sicure? Un alto graduato dei carabinieri in una intervista televisiva qualche giorno fa ha detto esplicitamente che “una città come Milano non può essere sicura, non può essere interamente controllata”. La tentata vittima è una studentessa inglese a Milano da qualche mese, quella sera era tornata a casa sotto choc ma la mattina dopo ha deciso di sporgere denuncia. E ringraziare quell’angelo custode che si è trovato a passare di lì. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori