FRANCIA, LA NAZIONALE ATTERRA A PARIGI PER FESTA MONDIALE/ Ultime notizie: città letteralmente invasa

- Niccolò Magnani

Incidenti a Parigi per vittoria Francia ai Mondiali: Champs Elysées evacuati dopo scontri, fumogeni e negozi saccheggiati verso l’Arco di Trionfo. Video e ultime notizie: un morto ad Annecy

francia_parigi_arco_trionfo_champs_elysee_mondiali_lapresse_2018
Incidenti e scontri a Parigi per la vittoria dei Mondiali (LaPresse)

La nazionale di calcio francese è atterrata a Parigi per festeggiare la vittoria del Mondiale 2018. La Francia ha superato in finale la Croazia, riuscendo a raggiungere un risultato davvero molto importante e prestigioso. Ora però iniziano i festeggiamenti che andranno avanti ancora per diverso tempo. Le immagini che arrivano da Parigi, al di là degli incidenti, sono veramente incredibili con tantissime persone presenti e gli Champs Elysées inondate da un vero e proprio fiume di persone. Sarà interessante capire come si comporteranno i calciatori che potrebbero decidere anche di prendere iniziative simpatiche come capita ogni volta che si festeggia per la vittoria di un prestigioso trofeo come il Mondiale. Intanto il pubblico ha deciso di non perdersi nulla e così si è recato in massa a Parigi, invadendo le vie del centro e dimostrando un ritrovato affetto per una nazionale che negli ultimi 18 anni non aveva di certo brillato. (agg. di Matteo Fantozzi)

TUTTA LA FRANCIA FESTEGGIA, MA…

Tutta la Francia festeggia, non tutta la Francia lo fa con assennatezza: che quando si vince un Mondiali si eccede non è certo una novità, e noi italiani lo sappiamo bene e meglio degli stessi francesi (4-2 in termini di Campionati del Mondo), ma quanto avvenuto sugli Champs Elysées nella notte ha davvero qualcosa di insensato per quanto osservato e per i danni lasciati. I “Campi Elisi”, la strada più famosa d’Europa che porta dall’Arco di Trionfo fino al parco del Louvres, è stata letteralmente invasa dai tifosi francesi appena finita la finale che li ha visti trionfare 4-2 contro un’ottima ed eroica Croazia. Nel giro di qualche ora però i fuochi d’artificio e i cori hanno lasciato spazio a pestaggi, incidenti di varia natura sia in strada che sui marciapiedi, e poi ancora saccheggi dei tanti negozi presenti e festeggiamenti che si concludono nel sangue con alcune cariche della polizia costretta ad intervenire per la situazione di emergenza. Non solo, al culmine degli incidenti, la saggia decisione di imporre l’operazione di sgombero su tutti gli Champs Elysées fermando così la follia di centinaia di facinorosi intenti a lanciare oggetti e spaccare vetrine.

UN MORTO AD ANNECY

Come spiega Tg Com24, gli agenti hanno replicato con i gas lacrimogeni e la folla è stata dispersa nella parte alta del viale, «mentre nella parte inferiore, intorno a Place de la Concorde, la situazione è rimasta piuttosto calma». Come riporta invece la polizia francese, nel mezzo della festa una decina di tifosi incappucciati sono entrati nel Drugstore Pubblici a pochissimi metri dall’Arco di Trionfo spaccando ogni cosa che trovavano e saccheggiando l’intero centro commerciale. Sono stati usati anche idranti visto che la folla tardava a sloggiare dalla via “più bella del mondo”: incidenti, scontri e lacrimogeni anche a Lione, Rouen e Mentone. La tragedia però da segnalare è quella avvenuta ad Annecy, nel sudest della Francia sempre durante i festeggiamenti per i Mondiali: un uomo di 50 anni, tuffandosi in un canale per manifestare tutta la propria gioia sfrenata per la vittoria contro la Croazia, ha battuto la nuca e dopo pochi minuti purtroppo è morto senza alcuna possibilità di essere salvato dai soccorsi arrivati dopo pochi istanti.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori