TRAFFICO AUTOSTRADA A10, GENOVA E LIGURIA PARALIZZATE/ Crollo ponte, bollettino live: “disagi su A7 e A26”

- Davide Giancristofaro Alberti

Traffico paralizzato in Liguria su A10 dopo ponte Morandi crollato su autostrada a Genova: bloccate anche A26 e A7 in tutte le direzioni. Ripresa tutta la circolazione treni: bollettino live

ponte_morandi_autostrada_viadotto_a10_genova_lapresse_2018
Ponte Morandi Genova (lapresse)

Alle 18.48 il sito di Autostrade per l’Italia ha rilanciato un nuovo alert nel bollettino live sul traffico in tempo reale nella giornata nefasta della tragedia ligure: «Sulla A10 Genova-Savona, tra il bivio per la A7 Milano-Genova e Genova Aeroporto, in entrambe le direzioni, si è resa necessaria la chiusura del tratto a seguito del crollo di una parte del viadotto Polcevera», spiega la società autostradale dopo che sono ancora in corso i soccorsi delle tante persone rimaste schiacciate dal crollo del ponte Morandi. Nel frattempo, i disagi del traffico coinvolgono ancora inevitabilmente le autostrade limitrofe della Liguria, e non solo: chi da Savona è diretto a Genova può utilizzare la A26 Genova-Gravellona Toce, successivamente la D26 Diramazione Predosa Bettole e la A7 Milano-Genova in direzione Genova. Per chi invece proviene da Livorno e Genova ed è diretto a Savona, «può percorrere la A7 Milano-Genova, seguire le indicazioni per la D26 Diramazione Predosa-Bettole per poi immettersi sulla A26 Genova-Gravellona Toce in direzione Genova e proseguire per Savona», conclude l’allerta di Autostrade per Italia, non prima di segnalare per tutti coloro che sono diretti al porto di Genova e provengono da Milano o da Torino, «possono percorrere la A7 Milano-Genova ed uscire a Genova ovest». (agg. di Niccolò Magnani)

ATTIVATO PIANO VIABILITÀ

Ad alcune ore dal crollo del ponte Morandi sulla A10 Genova-Savona è ancora nel caos la mobilità su strada (e non solo) nel capoluogo di regione e in altre zone circostanti della Liguria: in un primo momento era stata sospesa anche la circolazione ferroviaria ma successivamente è stato fatto sapere che i treni avevano ricominciato a muoversi sul nodo di Genova, soprattutto sulle linee di Rivarolo e Sampierdarena. Intanto, proprio per decongestionare il traffico sulla A10 l’Anas aveva deciso di riaprire la statale Aurelia che proprio nella mattinata di oggi era stata chiusa in via precauzionale causa maltempo: per quanto riguarda invece il Ministero degli Interni, al Viminale è stato invece già attivato un tavolo tecnico di “Viabilità Italia” attraverso cui gestire il coordinamento nazionale sulla rete stradale al fine di fronteggiare le situazioni di crisi che eventualmente potrebbero determinarsi a seguito dei fatti di Genova. (agg. di R. G. Flore) QUI LE ULTIME NOTIZIE LIVE SUL CROLLO DEL PONTE MORANDI

RIAPERTA L’AURELIA

È ancora paralizzata la viabilità sulla A10 Genova-Savona, con conseguenti code anche per via della chiusura del tratto fra il bivio A7 Milano-Genova e l’Aeroporto in ambo le direzioni a causa del crollo del ponte Morandi nel capoluogo ligure anche per favorire l’intervento di Vigili del Fuoco, ambulanze e altri mezzi di soccorso. Secondo quanto comunicato dalla Società Autostrade, si sarebbero formate delle code anche sull’A12 Genova-Rosignano Marittimo e sulla A7 tra Bolzaneto e il bivio per la stessa A10: al fine di ripristinare parzialmente la viabilità nella zona, l’Anas nelle ultime ore ha riaperto invece la statale Aurelia, che pure nel corso della mattinata era stata chiusa per maltempo, in modo da dare a tutti gli automobilisti in transito una sorta di percorso alternativo per uscire dalla città o transitarvi. (agg. di R. G. Flore)

TRENI SOSPESI

Genovesi sotto shock per il drammatico crollo del ponte Morandi, con conseguenti ripercussioni su tutto il traffico in Ligura. Gli ultimi aggiornamenti in merito rivelati da Primocanale raccontano una lenta ripresa della circolazione dopo l’incidente. La Rete Ferrovaria ha comunicato che la linea Genova – Savona – Ventimiglia è stata riattivata. Lo stesso per quanto riguarda la linea Genova Piazza Principe – Arquata Scrivia (direzioni Torino e Milano), malgrado continui rallentamenti e diverse cancellazioni di treni regionali. Risulta invece ancora sospesa la Genova Borzoli e Genova Piazza Principe nella linea Ovada – Genova Piazza Principe. (Aggiornamento Jacopo D’Antuono)

VIABILITA’ PARALIZZATA

La viabilità in Liguria è letteralmente paralizzata: il crollo del Ponte Morandi ha di fatto troncato in due Genova e di conseguenza lasciato con enormi disagi e traffico bloccato su tutti gli snodi autostradali e statali della regione già sottopressione normalmente durante la settimana di Ferragosto. L’A10 versa in stato comatoso e lo rimarrà per chissà quanto tempo visto che il collegamento più importante nella città più importante ligure rimarrà bloccato per diversi giorni, forse settimane. Come segnala il sito di Autostrada per l’Italia, «si sono formate code sull’ a12 Genova-Rosignano Marittimo verso Genova a tra Genova ESt e il bivio per l’ A7 verso Genova e sull’ A7 tra Bolzaneto e il Bivio per l’ A10 Genova-Savona.». Per motivi di sicurezza e per cause legate al crollo energetico seguito alla caduta del ponte, è stata sospesa la circolazione ferroviaria nel nodo di Genova. (agg. di Niccolò Magnani) 

CROLLATO PONTE SU A10 GENOVA

Il crollo del ponte Morandi sull’autostrada A10 a Genova ha avuto ovviamente delle ripercussioni su tutto il traffico della zona. Il portale della società Autostrade per l’Italia ha fatto il punto della situazione:”Sull’A10 Genova-Savona tra il Bivio per l’A7 Genova-Serravalle e Genova Aereoporto, in entrambe le direzioni si è resa necessaria la chiusura del tratto. All’interno del tratto chiuso il traffico è bloccato con code. Inoltre per tale motivo si sono formate code sull’A12 Genova-Rosignano Marittimo verso Genova a tra Genova Est e il Bivio per l’A7 verso Genova e sull’A7 tra Bolzaneto e il Bivio per l’A10 Genova-Savona. Tutti i mezzi di soccorso sono sul posto”. Secondo quanto riportato dall’Ansa, ad essere crollata è stata “una lunga porzione del viadotto Morandi su cui corre l’autostrada A10. Entrambe le carreggiate sono precipitate al suolo per circa cento metri”. (agg. di Dario D’Angelo)

ESODO DI FERRAGOSTO

L’ultimo grande esodo degli italiani si verificherà in queste ore. Coloro che non hanno potuto godersi le ferie prima di oggi, partiranno per una giornata di mare, magari per una breve vacanza di due-tre giorni. Sarà una due giorni di bollino rosso quella di oggi e domani, con le autostrade, in particolare quelle del nord-centro Italia, che vedranno l’intensificarsi del traffico, soprattutto nelle ore del mattino. Intanto, fra venerdì e sabato scorso, è partito l’ultimo grande esodo estivo, il secondo weekend da bollino nero di questa estate 2018.

LE SITUAZIONI DI MAGGIORI CRITICITA’

Code sull’autostrada A4 in direzione Venezia, ma anche sull’A1, in particolare, all’altezza di Bologna, nonché sull’A14, il tratto autostradale in cui nelle scorse settimane si è verificata la terribile esplosione dell’autocisterna. Stando a quanto riferito dai colleghi dell’agenzia Ansa, in totale saranno ben 6 su 10 gli italiani che si metteranno in viaggio in questi giorni di metà/fine estate, per godersi qualche ora/giorno di mare. Le mete più affollate saranno ovviamente la Riviera romagnola, da Milano Marittima a Riccione, ma anche la Liguria, nonché le altre regioni di mare come Veneto e Toscana. Affollati anche i valichi in uscita, leggasi il Monte Bianco verso la Francia, e la dogana di Chiasso per entrare in Svizzera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori