Picchia moglie al volto con martello da muratore/ Udine, scoperti maltrattamenti in famiglia in corso da anni

Picchia moglie al volto con martello da muratore: allontanato dalla casa familiare. Violenze andavano avanti da anni, mai denunciate

03.01.2019 - Emanuela Longo
sparatoria caramagna
Immagine di repertorio (Facebook)

Anni di violenza e maltrattamenti in famiglia, sono culminati con l’ennesima aggressione a scapito di una donna di 40 anni, cittadina nigeriana, picchiata al volto con un pesante martello da muratore dal compagno, un uomo 48enne di origine ghanese. E’ successo a Udine ed a riportare l’incredibile vicenda è stata l’agenzia di stampa Ansa. I fatti sono avvenuti nella giornata di ieri, 2 gennaio 2018, quando la polizia è intervenuta nell’abitazione in cui viveva la coppia di coniugi mettendo fine all’incubo della donna. A carico del marito violento, un provvedimento cautelare d’urgenza adottato prontamente e che prevede l’allontanamento del 48enne dalla casa familiare per via dei reiterati maltrattamenti ai danni della moglie. Secondo quanto emerso dalle indagini, il cittadino ghanese avrebbe picchiato la moglie usando un pesante mazzuolo da carpentiere, una sorta di martello con il quale l’avrebbe colpita più volte in pieno volto.

PICCHIA MOGLIE AL VOLTO CON MARTELLO DAVANTI AL CUGINO

Non ci sarebbe un vero motivo alla base dell’aggressione violenta da parte di un uomo 48enne a scapito della moglie, otto anni più giovane. L’uomo, secondo quanto spiegato dall’Ansa, si sarebbe scagliato con violenza verso la 40enne per futili motivi ed avrebbe iniziato a percuoterla al volto con schiaffi e pugni. Quindi l’avrebbe colpita anche al volto con un martello del peso di circa un chilo, sfiorandola al naso. La vittima è stata trasportata e medicata in ospedale dove le sono state refertate ferite guaribili in 10 giorni. L’episodio di violenza si sarebbe consumato in presenza del cugino della vittima e da quanto emerso non sarebbe stata la prima volta. La polizia, grazie alla raccolta delle testimonianze, ha potuto appurare come già da tempo erano in atto in famiglia maltrattamenti reiterati, sia fisici che psicologici, avvenuti anche davanti ai figli minori della coppia. Le violenze a scapito della moglie andavano avanti da anni ma la donna non aveva mai sporto denuncia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA