DOMENICA PAPARELLA, SCOMPARSA A BARI DA CAPODANNO/ L’appello dell’amica: “Suicidio? Era molto triste ma…”

Bari, scomparsa Domenica Paparella da Capodanno. Il figlio Luigi lancia un appello ai microfoni de La vita in diretta, interviene anche un’amica della donna

07.01.2019, agg. il 08.01.2019 alle 17:28 - Carmine Massimo Balsamo
Domenica Paparella scomparsa

Ancora nessuna notizia su Domenica Paparella, detta Mimma: è scomparsa nel nulla da Triggiano, in provincia di Bari. Nonostante le ricerche e gli appelli disperati del figlio Luigi, non si hanno più tracce della 55enne. Del caso si è occupato ancora il programma “La Vita in Diretta”, che parla delle disperate ricerche di lavoro della donna e di un «quadro depressivo importante». Su Raiuno è intervenuta un’amica di Mimma: «Era molto triste, ma non credo che potesse togliersi la vita. Io voglio sperare nel suo ritorno». Si prova a scavare nel passato della donna: «Voleva solo fare la mamma, non aveva nessuno. Lei viveva per il figlio, voleva dargli un futuro migliore». Per la criminologa Roberta Bruzzone il quadro psicologico diventa importante e quello di Mimma non è dei più sereni. Gli inquirenti continuano a visionare le telecamere del paese, nella speranza che nel frattempo arrivi una segnalazione. (agg. di Silvana Palazzo)

BARI, DOMENICA PAPARELLA SCOMPARSA NEL NULLA

Dal 1° gennaio 2019 i familiari di Domenica Paparella non hanno sue notizie, il figlio Luigi lancia un appello alla madre per dirle di tornare a casa: apprensione a Triggiano, provincia di Bari, per le condizioni di Mimma. La 55enne si è allontanata da casa a bordo di una Ford Fiesta di colore nero targata EB495WV e non è stata ancora rintracciata dalle forze dell’ordine: il telefono risulta spento e sono stati vani i tentativi di individuarla. La donna sembra sparita nel nulla: nessuna telecamera riesce a riprendere l’uscita dal Paese, l’unica funzionante non la riprende perché fuori uso. Il figlio è l’ultima persona ad averla vista: ha cenato con lei e la fidanzata il 31 dicembre 2018. Intervenuto a La vita in diretta ha lanciato un appello: «Da sola non credo ci sarebbe riuscita a sparire nel nulla: o c’è l’aiuto di qualcuno o sarà da qualche parte, nascosta da qualche parte. Diceva che mi voleva bene e mi amava, non penso che volesse tutto questo. Le vorrei dire se mi sta ascoltando di tornare a casa, perché comunque risolviamo la questione. Io non sto bene così se non so dove stai: se vuoi stare da sola un po’ basta che me lo dici».

L’APPELLO DEL FIGLIO

Prosegue Luigi, che prova a ricostruire quanto successo nella notte tra 31 dicembre e 1 gennaio: «Stavamo cucinando e si era rifiutata di cenare con noi, andando nella sua stanza. Mentre mangiavamo il primo io e la mia fidanzata, è venuta e ha mangiato qualcosina, senza neanche finire il piatto. Non è più tornata». Prosegue Luigi, provando a trovare un movente per la scomparsa: «La spiegazione logica no, ma l’ho vista un po’ giù nell’ultimo periodo: non so perché, forse voleva trovare un lavoro più dignitoso. Non ha mai accettato questa situazione dopo la perdita della mamma». Smentite discussioni violente tra i due: «No, discussioni normali tra mamma e figlio ma niente di eclatante». E i segnali di malessere erano palesi ai suoi occhi: «Si curava sempre l’abbigliamento, ma non si curava i capelli ed era una cosa strana». In ultima battuta, il figlio di Mimma ha provato a fornire un dettaglio particolare per eventuali segnalazioni: «Ha un tatuaggio, una rosa sul polso destro con scritto “La vita continua”, lo ha fatto quando è morta sua mamma, è un suo ricordo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA