Foggia, diventa papà a 94 anni/ La mamma ne ha 42: parto “record” a Cerignola

- Silvana Palazzo

Diventa papà a 94 anni nel Foggiano, mentre la mamma ne ha 42. Il parto “record” è avvenuto nell’ospedale di Cerignola

parto neonato 2018 pixabay
Parto - Pixabay

Lo sentite dire spesso: l’amore non ha età. E nel giorno di San Valentino c’è una notizia che lo dimostra. La lezione arriva dalla provincia di Foggia, dove si festeggia un papà di 94 anni. Una storia da “record”, o poco ci manca, quella che giunge dalla Puglia. Nei giorni scorsi, proprio a ridosso della festa degli innamorati, una donna di 42 anni ha partorito un bambino nel reparto di Ostetricia e ginecologia dell’ospedale Tatarella di Cerignola. Niente di eccezionale per medici e infermieri, almeno fino a quando non è arrivato il neo-papà. La sorpresa nel vedere l’arzillo 94enne dopo il parto si è trasformata in incredulità quando l’uomo ha spiegato di essere il marito della donna, originaria del Marocco, e papà del neonato. Ma quale nonno, come invece l’età avrebbe suggerito. Quell’anziano signore entusiasta per l’arrivo del bambino è in realtà suo padre. E la notizia ci ha messo poco a rimbalzare sui social…

DIVENTA PAPÀ A 94 ANNI: PARTO “RECORD” A FOGGIA

La notizia è stata lanciata dal TgNorba, secondo cui la coppia si è sposata circa quattro anni fa. I due hanno celebrato il matrimonio in Marocco, poi si sono trasferiti nel Foggiano, dove la donna di 42 anni si era stabilita già in precedenza. Il 94enne neo-papà è invece originario del nord Barese, ma entrambi ora vivono in una città del Foggiano, pronti a prendersi cura del nuovo arrivato. Il piccolo sta bene e nelle prossime ore sarà dimesso assieme alla mamma. La coppia non ha voluto rilasciare dichiarazioni: le telecamere di Telenorba li hanno immortalati pur coprendone i visi per rispetto della privacy. Considerando l’età in cui è diventato genitore, il 94enne non deve stupirsi se la notizia del parto ha fatto subito il giro del web tra lo stupore e l’ironia di molti utenti, ai quali si aggiungono coloro che hanno fatto gli auguri alla coppia per la nascita del figlio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA