Francesco Strangio: arrestato a Cosenza latitante ‘ndrangheta/ Era in fuga da un anno

Francesco Strangio è stato arrestato nelle scorse ore a Cosenza: era latitante da un anno

carabinieri gis posteitaliane sequestro lapresse 2018
I carabinieri del Gis all'interno dell'ufficio postale (LaPresse)

Nuovo colpo delle forze dell’ordine nella lotta alla mafia: questa notte è stato arrestato Francesco Strangio, pericoloso latitante affiliato alla ‘ndrangheta. Come riferisce La Stampa, i militari dei carabinieri di Reggio Calabria e Cosenza hanno rintracciato il criminale in fuga da un anno, rifugiatosi a Rose, un piccolo comune in provincia di Cosenza: Strangio si era nascosto in un appartamento all’ultimo piano di un condiminio in pieno centro abitato, pensando probabilmente di essere al sicuro e lontano dalle forze dell’ordine. Strangio era stato condannato a 14 anni di carcere nel 2018 per traffico internazionale di stupefacenti, a seguito della negoziazione e della gestione di ingenti quantità di cocaina dal Sudamerica. Pluripregiudicato è inoltre ritenuto molto vicino alla cosca della ‘ndrangheta Strangio-Janchi di San Luca.

FRANCESCO STRANGIO: ARRESTATO A COSENZA LATITANTE ‘NDRANGHETA

Puntuale è arrivato il post di complimenti da parte del ministro dell’interno, Matteo Salvini, che attraverso la propria pagina Facebook si è voluto congratulare con i militari di Reggio Calabria e Cosenza, nonché con i Carabinieri dello Squadrone Cacciatori di Vibo Valentia che hanno contribuito all’arresto del pericoloso latitante: «Grazie alle Forze dell’Ordine, che ogni giorno ci fanno essere orgogliosi di loro. Lo scorso Ferragosto avevamo organizzato proprio a San Luca il Comitato nazionale ordine e sicurezza pubblica: volevamo mostrare a tutti che lo Stato c’è e non molla. L’arresto di questo criminale ne è la conferma. Non ci fermeremo qui». Francesco Strangio, condannato in via definitiva per associazione finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti, rientrava nell’elenco dei latitanti pericolosi, ma la sua fuga è finalmente terminata nella tarda serata di ieri. Al momento dell’arresto l’uomo non ha opposto resistenza, consapevole di essere ormai braccato, ed ha mostrato i polsi agli uomini delle forze dell’ordine. Soddisfatto anche il giornalista Sandro Ruotolo, da sempre in prima fila nella lotta alle mafie, che su Twitter ha esultato così: «#facciamorete oggi è nu juorn bbuon. I carabinieri hanno catturato un latitante dell’ #ndrangheta #FrancescoStrangio».



© RIPRODUZIONE RISERVATA