Torino, c’è un ricercato per l’omicidio di Stefano Leo/ Si cerca ragazzo con i rasta

- Carmine Massimo Balsamo

Omicidio a Torino: le forze dell’ordine sono alla ricerca di un ragazzo con i rasta

Omicidio Cologno al Serio
Immagine di repertorio (Pixabay, 2018)

C’è un ricercato per quanto riguarda l’omicidio avvenuto ieri a Torino, costato la vita a Stefano Leo. Secondo quanto riferito da numerosi quotidiani in questi minuti, nel mirino delle forze dell’ordine vi sarebbe un giovane dai capelli rasta e un giubbotto con una scritta rossa davanti. Questo è l’identikit fornito dalla polizia in merito all’aggressore del commesso del negozio di K-way di via Roma, morto dopo una coltellata fatale alla gola. Una fine agonizzante quella di Leo, che dopo aver subito l’aggressione ha comunque trovato la forza di salire le scalinate che conducono in corso San Maurizio, avvicinandosi poi alle automobili per chiedere aiuto. Inutili i soccorsi, giunti pochi minuti dopo, con la vittima che aveva ormai perso troppo sangue. I carabinieri hanno acquisito i filmati delle telecamere di sorveglianza della zona e stanno cercando di risalire all’omicida, che poi dovrà spiegare il perché di tale folle gesto. «Non ha mai avuto un problema con la giustizia – racconta Sebastiano, amico di lunga data a Repubblica – non ha mai fatto nulla contro la legge, non era nemmeno un tipo irascibile. Al contrario, era tranquillo e non litigava mai con nessuno». (aggiornamento di Davide Giancristofaro)

TORINO, OMICIDIO IN CENTRO: ACCOLTELLATO ALLA GOLA

Nuovi aggiornamenti sull’omicidio commesso oggi, sabato 23 febbraio 2019, a Torino: la vittima è un vercellese di 34 anni residente a Biella. Come riporta Torinoggi, i carabinieri hanno sentito alcuni testimoni oculari e hanno avviato le indagini per individuare il responsabile del delitto. Non sono note le ragioni dell’accoltellamento, con l’uomo che è deceduto per la lesione alla gola. Luigi Cortese, esponente di Forza Nuova, ha commentato: «Ormai andare in giro per la città è diventato una scommessa. Adesso ci aspettiamo una risposta seria da parte dell’amministrazione e della Questura, nel frattempo ci saranno i nostri militanti a controllare la zona con le nostre Passeggiate della Sicurezza». i carabinieri, con il comandante provinciale dei carabinieri di Torino, colonnello Francesco Rizzo, al lavoro: attese novità a stretto giro di posta. (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

TORINO, UOMO ACCOLTELLATO AI MURAZZI

Nuovo omicidio a Torino: dopo il regolamento di conti fra indiani della scorsa settimana, questa mattina un uomo è stato ucciso a coltellate in pieno centro città. Come riportano i colleghi di Repubblica, il fatto si è verificato attorno alle ore 11.00: in base alle prime informazioni disponibili, la vittima è stata raggiunta da un fendente alla gola. Il ragazzo si è accasciato in strada al centro dell’incrocio tra via Napione e corso San Maurizio, a pochi passi da Piazza Vittorio: reduce da una corsa di pochi metri dopo aver risalito il lungo Po dei Murazzi, l’uomo è crollato al suolo e per lui non c’è stato niente da fare: i sanitari del 118 accorsi sul posto non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

OMICIDIO TORINO: CACCIA AL KILLER

Cronaca Qui sottolinea che il giovane è stato visto sbucare dai Murazzi da un testimone, che era a passeggio con il cane: l’uomo ha riferito di averlo notato correre in strada e tentare di fermare una vettura prima di cadere in terra senza vita. Sul posto, oltre la polizia municipale e le ambulanze del 118, i carabinieri: la zona è stata delimitata, con il traffico bloccato per consentire i rilievi del caso. Per il momento non è nota l’identità della vittima, forze dell’ordine al lavoro per ricostruire quanto accaduto e cercare di identificare l’aggressore: aperta la caccia al killer, attesi aggiornamenti nel corso delle prossime ore sull’ennesimo omicidio nel capoluogo piemontese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA