‘Ndrangheta, blitz in Lombardia e Calabria: 19 arresti/ Estorsione e recupero crediti

- Emanuela Longo

‘Ndrangheta, nuovo blitzdei Carabinieri del Ros tra la Lombardia e la Calabria: eseguiti 19 provvedimenti cautelari

'Ndrangheta al nord
Immagine di repertorio (LaPresse, 2018)

Nuovo colpo alla ‘ndrangheta da parte dei Carabinieri del Ros che all’alba di oggi hanno messo a segno 19 provvedimenti cautelari nei confronti di appartenenti che si sospetta possano appartenere a un sodalizio ‘ndranghetistico operante in Lombardia. Una consuetudine che si ripete ormai da tempo e che vede, proprio in partenza di nuova settimana, un ulteriore attacco all’organizzazione criminale mafiosa, che dalla sua terra di origine, la Calabria, si è estesa anche al Nord Italia, come dimostrato dall’ultimo blitz messo a segno dai militari di Bergamo. Come riferisce questa mattina Quotidiano del Sud nell’edizione online nel dare notizia della nuova operazione messa a segno questa mattina, gli appartenenti all’organizzazione con ramificazioni anche al Settentrione, avrebbero stretti collegamenti diretti con clan calabresi. Le stesse ordinanze cautelari sono state eseguite alle prime luci dell’alba in diverse località delle due Regioni.

‘NDRANGHETA, BLITZ DEI CARABINIERI TRA LOMBARDIA E CALABRIA

A coordinare le indagini della nuova operazione antimafia che si è conclusa oggi con il blitz dei carabinieri del Ros di Bergamo e con i 19 arresti, è la Direzione Distrettuale Antimafia di Brescia. Nel corso del lavoro gli investigatori hanno accertato che gli indagati fossero dediti ad una serie di reati tra cui estorsioni e recupero di crediti. Tra le attività illecite contestate, anche la commissione di danneggiamenti a mezzo incendio e al riciclaggio. Tutti gli ulteriori particolari dell’operazione che ha segnato il nuovo colpo al cuore dell’organizzazione mafiosa saranno resi noti questa mattina, a partire dalle ore 10.30, quando sarà organizzata la consueta conferenza stampa presso gli uffici della procura di Brescia. Presenti all’incontro, tra gli altri, anche il Procuratore nazionale Antimafia, Federico Cafiero De Raho.



© RIPRODUZIONE RISERVATA