Papa Francesco bacia piedi ai leader africani: è caos/ Video “Gesto di sottomissione”

Casa Santa Marta, Sud Sudan: Papa Francesco bacia i piedi dei leader del Sud Sudan, “vi chiedo di rimanere nella pace”. Ma non mancano polemiche…

Papa Francesco bacia i piedi per la pace
Papa Francesco bacia i piedi per la pace

Papa Francesco, ennesimo gesto di grande umiltà: a Casa Santa Marta, Sud Sudan, il pontefice ha baciato i piedi al presidente della Repubblica Salva Kiir Mayardit, e ai vice presidenti designati presenti, tra cui Riek Machar e Rebecca Nyandeng De Mabio. Un gesto che ha suscitato qualche polemica in rete, con Papa Bergoglio accusato di “sottomissione”, ma che ha fatto per chiedere la pace nel Paese al termine dei due giorni di ritiro spirituale per le autorità civili ed ecclesiastiche. Ecco le sue parole riportate da Vatican News: «E a voi tre, che avete firmato l’Accordo di pace, vi chiedo come fratello, rimanete nella pace. Ve lo chiedo con il cuore. Andiamo avanti. Ci saranno tanti problemi, ma non spaventatevi, andate avanti, risolvete i problemi. Voi avete avviato un processo: che finisca bene. Ci saranno lotte fra voi due: sì. Anche queste siano dentro l’ufficio; davanti al popolo, le mani unite. Così da semplici cittadini diventerete Padri della Nazione. Permettetemi di chiederlo con il cuore, con i miei sentimenti più profondi».

PAPA FRANCESCO BACIA PIEDI AI LEADER AFRICANI: IL VIDEO

Un gesto che ha destato scalpore sui social, ma che ha trovato anche grande condivisione per il suo valore simbolico: Papa Francesco ha voluto sottolineare che la riconciliazione è l’unica strada da seguire. «Imploro che il fuoco della guerra si spenga una volta per sempre» ha spiegato Papa Bergoglio, che ha poi aggiunto: «Anch’io rivolgo lo stesso saluto a voi, che siete venuti da un contesto di grande tribolazione per voi e per il vostro popolo, un popolo molto provato per le conseguenze dei conflitti. Che tali parole risuonino nel cenacolo di questa Casa come quelle del Maestro, in modo che tutti e ciascuno possano ricevere nuova forza per portare avanti il desiderato progresso della vostra giovane Nazione e, come il fuoco della Pentecoste per la giovane comunità dei cristiani, si possa accendere una nuova luce di speranza per tutto il popolo sud sudanese. È pertanto con tutto questo nel mio cuore che vi dico: «Pace a voi!»».



© RIPRODUZIONE RISERVATA