Don Giuseppe Markuza morto durante messa/ Gorizia in lutto, malore fatale

- Carmine Massimo Balsamo

Dramma a Gorizia: don Giuseppe Markuza è morto ieri mentre assisteva alla messa del Crisma. Sacerdote stroncato da un infarto.

controllore picchiato padova immigrato
Immagine di repertorio (Pixabay)
Pubblicità

Dramma a Gorizia, don Giuseppe Markuza è morto ieri giovedì 18 aprile 2019: il parroco di Sgonico è deceduto stroncato da un infarto mentre assisteva alla messa della Crisma. La tragedia si è consumata attorno alle ore 10.20 nel corso della cerimonia del Giovedì santo, con il parroco che si è accasciato a terra per un malore: immediato l’intervento dei sanitari del 188 tra lo sgomento dei fedeli e dei religiosi che affollavano il duomo di Gorizia, ma per lui non c’è stato niente da fare. Dopo i tentativi di rianimazione dei sanitari, durati circa 20 minuti, don Giuseppe Markuza è stato trasferito d’urgenza al Pronto soccorso del San Giovanni di Dio: trasferito nel reparto di Terapia intensiva in coma farmacologico, il sacerdote si è spento alle ore 14.00.

Pubblicità

DON GIUSEPPE MARKUZA E’ MORTO, LUTTO A GORIZIA

Come riporta Il Piccolo, dopo venti anni da parroco a Malchina, nel 2004 don Giuseppe venne nominato amministratore parrocchiale di San Pelagio e parroco di Sgonico, diventando inoltre decano del Decanato di Duino. Dal 2006 al 2009 ricoprì il ruolo di amministratore parrocchiale di Aurisina, con il sindaco Daniela Pallotta che lo ha omaggiato così su Facebook: «Riposa in pace a Don Jože. Amministratore parrocchiale di San Pelagio e parroco di Sgonico, divenuto poi anche Decano del Decanato di Duino. Nel 2006 era stato anche nominato Amministratore parrocchiale di Aurisina (incarico che ha mantenuto fino al 2009). Lo ricordiamo con stima e rispetto». «La mia vocazione è nata in risposta ad una chiamata precisa: bisogna fare ciò che ci ha indicato Gesù nel Vangelo, seguirlo, poi tutto sarà bello. Il Signore ci sorprende sempre con la sua bontà ed il suo amore», le parole del sacerdote nel 2015 in occasione del 50.mo anniversario della sua ordinazione sacerdotale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità