TERREMOTO/ Oggi in Italia le scosse, magnitudo e comuni coinvolti. Giovedì 20 marzo 2014 (ore 18.10)

- La Redazione

Le scosse di terremoto individuate oggi 20 marzo 2014: si sono verificati al momento due eventi in mare aperto, una scossa in provincia di Piacenza e una in provincia di Arezzo

sismografo_new_r439
Sismografo (Fonte Infophoto)

Ancora una scossa a poca distanza dalla precedente nel bacino di Gubbio in provincia di Perugia. Il sisma è stato di 2.5 gradi della scala Richter ed è stato registrato alle ore 14. La scossa è stata rilevata a 5,6 chilometri di profondità e i comuni più vicini all’epicentro sono quelli di Gubbio, Cantiano, Costacciaro, Pietralunga e Scheggia e Pascelupo.

Torna a tremare la zona del bacino di Gubbio, dopo alcune ore di calma. Ieri infatti sono state molte le scosse tutte fortunatamente di magnitudo bassa a interessare questa zona della provincia di Perugia. L’ultima scossa è delle ore 12 e 37 e ha toccato i 2.4 gradi della scala Richter, con epicentro a 8,6 chilometri di profondità. I comuni più vicini sono i soliti, Gubbio, Cantiano, Cosacciaro, Pietralunga. 

Diverse scosse di terremoto si sono verificate nelle ultime ore in varie zone d’Italia. Alle ore 2 e 12 una scossa di magnitudo 2.3 è stata registrata in provincia di Piacenza, nella zona della Val di Taro, soggetto in passato a forti eventi sismici. La scossa è stata individuata alle coordinate 44.7517°N, 9.7477°E e a una profondità di 23,6 chilometri, I centri abitati più vicini all’epicentro sono quelli di Gropparello, Morfasso, Vernasca e Bore, i primi tre in provincia di Piacenza, l’ultimo in quella di Parma. Alle ore 5 e 54 invece una scossa di magnitudo 2.2 della scala Richter è stata individuata al largo delle Isole Lipari, a una profondità di 131,4 chilometri. La profondità e la lontananza da coste abitate ha reso l’evento sismico non avvertibile dalle persone. Un’altra scossa in mare è stata poi registrata alle ore 6 e 48 al largo delle coste palermitane, di magnitudo 2.2 gradi e a una profondità di 31,3 chilometri. Infine una scossa di 2 gradi di magnitudo è stata registrata alle ore 6 e 53 in provincia di Arezzo in Toscana, nella zona del Casentino. La profondità dell’evento è stata registrata a 9,7 chilometri, i comuni più vicini sono stati quelli di Bibbiena, Caprese Michelangelo, Castel Focognano, Chtignano e Chiusi della Verna. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori