TERREMOTO/ Oggi in Italia le scosse, magnitudo e comuni coinvolti. Domenica 30 marzo 2014 (alle ore 20)

- La Redazione

Umbria al centro degli eventi sismici, numero scosse di cui una superiore ai 3 gradi della scala Richter nella zona del Metauro e in quella dei Monti Martani, ecco le scosse di oggi

sismografo_r439
Sismografo (Foto:Infophoto2)

Un nuovo terremoto di magnitudo pari a 2.1 gradi della Scala Richter è stato registrato questo pomeriggio in provincia di Perugia (Umbria). Secondo i dati riportati dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), la scossa è avvenuta alle ore 18.08 nell’area del Metauro, già ben nota per la sua elevata attività sismica, con epicentro alle coordinate 43.4527°N, 12.4428°E e a una profondità di 7.6 chilometri. L’unico comune presente in un raggio massimo di dieci chilometri è quello di Pietralunga, mentre quelli distanti tra i dieci e i venti chilometri sono Apecchio (Pu), Cantiano (Pu), Piobbico (Pu), Gubbio (Pg), Montone (Pg) e Umbertide (Pg).

Nuova scossa di terremoto in pianura Padana, ancora nella zona di Finale Emilia in provincia di Modena, epicentro del terribile terremoto di un paio di anni fa. La scossa, registrata alle ore 11 e 54, è stata di magnitudo 2.3 gradi della scala Richter, registrata a una profondità di 6,5 chilometri. I comuni più vicini all’epicentro sono stati quelli di Fellonica in provincia di Mantova, Calto in provincia di Rovigo, Finale Emilia e Bondeno, quest’ultima in provincia di Ferrara 

La zona del Metauro in Umbria in provincia di Perugia ancora al centro di diversi eventi sismici in queste ultime ore. Una scossa di 3.1 gradi della scala Richter è infatti stata registrata alle ore 6 e 03 del mattino a una profondità di 8,3 chilometri. I comuni più vicini all’epicentro sono stati quelli di Apecchio e Pietralunga. Pochi minuti dopo, alle ore 6 e 11, una seconda scossa questa volta di magnitudo2.2 è stata registrata sempre nella medesima zona, a una profondità di 10,2 chilometri. Medesimi i comuni più vinci all’epicentro. Infine una scossa di 2 gradi è stata registrata alle ore 8 e 07 a una profondità di 9,5 chilometri; sempre Apecchio e Pietralunga i comuni più vicini all’evento sismico. Infine per adesso una scossa di magnitudo 2 gradi è stata registrata alle ore 8 e 41 a una profondità di 9 chilometri, sempre nella stessa zona delle precedenti. Cambiando zona, una scossa di 2.2 gradi è stata rilevata in provincia di Ferrara in Emilia Romagna nella bassa padana. L’evento è stato individuato a una profondità di 6,1 chilometri e i comuni più vicini all’epicentro quelli di Felonica, Sermide in provincia di Mantova, Calto in provincia di Rovigo e Finale Emilia in provincia di Modena. Umbria sempre al centro degli eventi sismici in quanto alle ore 10 e 12 una scossa di magnitudo 2.8 è stata registrata nella zona dei Monti Martani in provincia di Perugia a una profondità di 6 chilometri. I comuni più vicini sono stati quelli di Giano dell’Umbria, Massa Martana e Acquasparta. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori