Dado, Gabriele Pellegrini/ Torna a Zelig 2021 con le sue parodie in musica

- Elisa Porcelluzzi

Dado, pseudonimo di Gabriele Pellegrini, torna sul palco di Zelig. Il comico è famoso per le sue parodie in musica: nel 1999 è finito nel Guinness dei primati.

dado gabriele pellegrini 640x300
Dado, Gabriele Pellegrini

Dado: il comico da Guiness dei Primati

Questa sera, giovedì 2 dicembre, Dado (pseudonimo di Gabriele Pellegrini) farà il suo ritorno a Zelig, in onda in prima serata su Canale 5. Romano classe 1973, ha esordito con la band le Pastine, con cui si è esibito in diversi programmi televisivi locali fino al grande salto di qualità che lo ha portato nel cast di Zelig a quel tempo condotto da Michelle Hunziker. Successivamente ha intrapreso il percorso da cantautore, trasformando in maniera divertente brani molto conosciuti e popolari. Nel 2015 ha iniziato la collaborazione con Michele Santoro nella trasmissione “Servizio Pubblico“, successivamente l’artista ha aperto un canale Youtube intitolato “Canta la notizia“. Nel 1999, i è esibito al Foro Italico presentando “La canzone più lunga del mondo“, un brano musicale della durata di 25 ore e un minuto che lo ha fatto entrare nel guinness dei primati.

Dado: il ritorno sul palco

Da qualche mese, Dado ha ripreso il suo tour che lo vede protagonista in diversi teatri italiani. Due anni fa è stato protagonista di una brutta vicenda: si è scontrato con l’ex fidanzato di sua figlia ed è rimasto ferito al naso dopo che l’aggressore lo ha colpito con un pugno in faccia. Una brutta storia che è finita sui giornali, dopo che l’artista ha postato il suo volto ferito sui suoi profili social (in merito a questa vicenda è opportuno precisare che le indagini hanno dimostrato l’inconsistenza delle accuse mosse da Pellegrini come meglio spiegato qui). Scrutando il suo profilo Instagram notiamo un video dove si definisce un cantante poli-gender-fluid e da quello che ci racconta si intuisce che è l’anticamera del suo nuovo progetto. Altri filmati sono simpatiche parodie legate al Covid: dal Green Fals ai vari vaccini.



© RIPRODUZIONE RISERVATA