Daniele Scardina, come sta dopo il ricovero per emorragia cerebrale/ “Dopo 10 mesi si torna a casa!”

- Valerio Beck

Daniele Scardina, pugile lombardo, ha annunciato sui social il termine del percorso di riabilitazione dopo il malore dello scorso febbraio.

daniele scardina 640x300 Daniele Scardina

Daniele Scardina, con forza e orgoglio ha vinto la partita più importante

Arriva una grande notizia per uno degli sportivi più apprezzati e che alcuni mesi fa ha tenuto tutti con il fiato sospeso: Daniele Scardina – come riporta 361 Magazine – è finalmente prossimo ad essere dimesso dall’ospedale dove stava affrontando da oltre 10 mesi un percorso di cura e riabilitazione. A renderlo noto è stato lui stesso attraverso un post sui social che racchiude tutta la sua felicità.

“Cadere e poi rialzarsi; duro lavoro e sofferenza. Toccare il fondo, salire e risorgere come una fenice, continuare a lottare per un sogno. Questo è il mio motto!”. Inizia così il post sui social di Daniele Scardina, una serie di metafore che mettono in evidenza il tortuoso percorso di recupero dopo il ricovero d’urgenza dello scorso mese di febbraio per emorragia cerebrale.

Daniele Scardina, finalmente a casa dopo il ricovero per emorragia cerebrale

“Dopo 10 mesi in ospedale e riabilitazione si torna a casa. Il 20 dicembre torno nella mia città con il calore della mia famiglia che siete tutti voi”. Tra poco meno di due settimane Daniele Scardina potrà dunque tornare alla sua quotidianità e probabilmente con l’obiettivo di tornare a dedicarsi quanto prima alla sua più grande passione, il pugilato. Nel prosieguo del suo post sui social – riportato da 361 Magazine – il pugile lombardo si è soffermato su alcuni ringraziamenti dovuti e sentiti.

“Continuo a ringraziarvi per il sostegno e l’affetto che mi avete dimostrato ogni giorno, anche attraverso i tanti messaggi a cui presto spero di riuscire a rispondere”. Il pensiero di Daniele Scardina – prossimo ad essere dimesso – va dunque ai suoi fan che in questi mesi difficili non lo hanno mai lasciato solo. Il pugile lombardo potrà dunque tornare a casa il prossimo 20 dicembre dopo aver il tortuoso periodo di ripresa dovuto all’improvvisa emorragia cerebrale dello scorso febbraio.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Calcio e altri Sport

Ultime notizie