Davide Ferrerio, la madre: “Siamo morti con lui”/ “Lo vediamo spegnersi lentamente”

- Lorenzo Drigo

Giuseppina Orlando, madre di Davide Ferrerio, è tornata a parlare del brutale assalto che ha subito suo figlio per uno scambio di persona e che l'ha ridotto in un coma irreversibile

davide ferrerio 640x300 Davide Ferrerio (Rai 1, Estate in diretta)

Davide Ferrerio: in coma irreversibile per uno scambio di persona

La madre di Davide Ferrerio, Giuseppina Orlando, è tornata a parlare del terribile incidente che ha mandato in coma suo figlio, ormai cinque mesi fa. “La notte di Capodanno”, racconta al Quotidiano Nazionale, “Davide sarebbe stato in piazza Maggiore con noi (..) ci saremmo divertiti. Invece, è qui, da cinque mesi ormai, in Rianimazione e resta in vita solo grazie a un respiratore. Ma non ci sono più speranze perché quei maledetti me l’hanno ucciso”.

Davide Ferrerio è in coma dalla notte dell’11 agosto scorso, quando fu coinvolto, suo malgrado, in una vicenda in cui non c’entrava assolutamente nulla. Per uno scambio di persona, Nicolò Passalacqua, attualmente in carcere, lo pestò selvaggiamente mentre Davide attendeva un suo amico per andare a mangiare una pizza, lasciandolo in fin di vita a bordo strada a Crotone. Una storia che ha incluso, nel tempo, anche un 31enne, per mesi protetto dall’anonimato e ancora a piede libero, una 16enne e la madre di quest’ultima. E la furia di Giuseppina, la madre di Davide Ferrerio, è proprio rivolta al 31enne, che “se non avesse mandato il messaggio mentre era già fuggito, nulla sarebbe accaduto”.

Giuseppina Orlando: “Siamo morti con Davide”

Davide Ferrerio, racconta ancora Giuseppina Orlando, quella maledetta notte non ebbe “nemmeno il tempo di girarsi, di dire [a Passalacqua, ndr.] che si stava sbagliando e che lui non c’entrava nulla”. Ricorda poi di come “lo ha inseguito e ha iniziato a picchiarlo usando un tirapugni“, lo definisce “un vigliacco” che “deve marcire in galera insieme a tutti coloro che hanno organizzato il pestaggio, a partire dalla mamma della ragazzina”, che attualmente si trova in carcere con la figlia con l’accusa di concorso anomalo in tentato omicidio.

L’unica certezza di Giuseppina Orlando, continua nella sua intervista, “è che nessuno mi restituirà” Davide Ferrerio. “Passiamo le nostre giornate accanto a lui a vederlo spegnersi lentamente”, racconta ancora, “la casa è vuota senza Davide, ogni cosa non ha senso (..) siamo morti con Davide“. Ormai non le rimane che sperare in un miracolo, dopo che i medici hanno detto che Davide Ferrerio non ha più speranze di riprendersi, “ma i miracoli non accadono. Mi aspetto che chi ha fatto scoppiare questa bomba atomica dentro la nostra famiglia, paghi fino all’ultimo”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Cronaca

Ultime notizie