Diretta/ Cagliari Juventus (risultato finale 2-0) DAZN: Decidono Gagliano e Simeone!

- Claudio Franceschini

Diretta Cagliari Juventus streaming video DAZN: probabili formazioni, quote, orario e risultato live della partita valida per la 37^ giornata di Serie A, si gioca alla Sardegna Arena.

Cristiano Ronaldo Klavan Juventus Cagliari lapresse 2020 640x300
Diretta Cagliari Juventus, Serie A 37^ giornata (Foto LaPresse)

DIRETTA CAGLIARI JUVENTUS (RISULTATO FINALE 2-0): TRIPLICE FISCHIO

Alla Sardegna Arena il Cagliari batte la Juventus per 2 a 0. La partita è stata decisa nel corso del primo tempo grazie alle reti messe a segno dai sardi, bravi a capitalizzare le occasioni avute a disposizione sin dai primissimi minuti di gioco. Dopo gli spunti tentati dai bianconeri, ci pensa infatti Gagliano a spezzare l’equilibrio già all’8′, sfruttando nel migliore dei modi l’assist offertogli da Mattiello. I piemontesi, sorpresi dal gol segnato dai rivali di giornata, vanno a caccia del pareggio ma si vedono annullare una rete per fuorigioco con Cristiano Ronaldo al 16′. Le chances non sfruttate da Bonucci al 32′, da Higuain al 38′ e dallo stesso asso portoghese non sono sufficienti ad evitare il raddoppio siglato da Giovanni Simeone nel recupero, in questo caso raccogliendo il passaggio di Gagliano al 45’+2′. Durante il secondo tempo la reazione della squadra allenata da mister Sarri è troppo scarsa per alterare l’esito della partita e gli uomini del tecnico Zenga controllano la situazione difendendosi in maniera molto ordinata, senza lasciare varchi a disposizione degli juventini e rischiando pochissimo. I tre punti guadagnati quest’oggi consentono al Cagliari di portarsi a quota 45 nella classifica della Serie A mentre la Juventus resta ferma a quota 83 punti. (cronaca Alessandro Rinoldi)

DIRETTA STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE CAGLIARI JUVENTUS

La diretta tv di Cagliari Juventus è riservata agli abbonati di DAZN e a quelli della televisione satellitare che abbiano sottoscritto il loro abbonamento da almeno tre anni: per loro sarà disponibile infatti il canale DAZN1 che troveranno al numero 209 del loro decoder. Per tutti gli altri – ovvero i clienti della piattaforma che trasmette l’evento – sarà possibile seguire la partita di Serie A tramite il servizio di diretta streaming video, installando l’applicazione su dispositivi mobili come PC, tablet e smartphone o ancora su una smart tv che sia dotata di connessione a internet.

FASE FINALE DEL MATCH

Quando manca ormai solamente una decina di minuti al novantesimo della sfida tra Cagliari e Juventus, il punteggio non sembra voler più cambiare dal 2 a 0 maturato in precedenza. La giocata dell’ex Porto dona nuova carica agli ospiti che mancano un’ottima opportunità con Federico Bernardeschi al 58′ con un altro colpo di testa poco preciso e solo l’intervento di un difensore avversario ad immolarsi permette ai sardi di evitare il peggio sulla fucilata di Cristiano Ronaldo del 61′. Il tecnico Sarri decide dunque di inserire forze fresche dalla sua panchina mandando in campo Matuidi e Zanimacchia per Muratore ed il già ammonito Pjanic sebbene l’intensità di gioco ed il copione non cambino. L’ennesimo tiro su punizione provato da Bentancur al 75′ ed il calcio piazzato di Ronaldo ribattuto dalla barriera al 78′ indicano chiaramente la volontà della Juventus di voler comunque andare a segno ma cercando sempre le stesse soluzioni, diventando così troppo prevedibile per un Cagliari molto attento e ben preparato sin dalle fasi iniziali del match. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

E’ INIZIATA LA RIPRESA

Arrivati al cinquantacinquesimo minuto, il risultato tra Cagliari e Juventus è ancora bloccato sul 2 a 0 maturato al termine della prima frazione di gioco. In queste prime battute del secondo tempo, iniziato con gli ingressi di Charalampos Lykogiannis ed Alberto Paloschi rispettivamente al posto di Luca Galiano e del già ammonito Marko Rog tra le fila degli isolani, i bianconeri non sembrano intenzionati a cercare di reagire in maniera efficace per quantomeno tentare di accorciare le distanze. I rossoblu sono bravi infatti a gestire la situazione favorevole e cercano addirittura di siglare il tris con Joao Pedro intorno al 50′, mancando in ogni caso lo specchio della porta con un tiro finito largo sulla destra. I piemontesi di mister Sarri si riaffacciano in avanti al 54′ con Simone Muratore, già protagonista anche in precedenza, ed è poi il brasiliano Alex Sandro, tramite un colpo di testa, a forzare Alessio Cragno a compiere un intervento prodigioso per blindare la sua porta al 54′. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del primo tempo le formazioni di Cagliari e Juventus sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sul 2 a 0. Dopo aver saputo sfruttare la chance avuta a disposizione passando in vantaggio con Gagliano in avvio, i padroni di casa del tecnico Zenga si difendono dal ritorno dei bianconeri, i quali si vedono pure annullare una rete per offside con Cristiano Ronaldo. Nella parte finale del primo tempo il tentativo di Bonucci sfila di poco a lato della porta difesa da Cragno al 32′ e l’argentino Higuain colleziona un’altra opportunità sprecata quando la sua conclusione finisce alto sopra la traversa della porta rossoblu. A ridosso del 45′ il portiere Cragno si ripete disinnescando la deviazione bassa cercata dall’uruguaiano Bentancur e Ronaldo spara alle stelle sul prosieguo dell’azione. Nel recupero, precisamente al 45’+2′, Giovanni Simeone sigla il raddoppio per il Cagliari lasciando di stucco la Juventus e sfruttando il suggerimento recapitatogli dall’autore del vantaggio Gagliano. Fino a questo momento il direttore di gara Davide Ghersini, proveniente dalla sezione di Genova, Rog da un lato, Pjanic e Sarri dall’altro. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

SCOCCA LA MEZZ’ORA

Giunti alla mezz’ora del primo tempo, il punteggio tra Cagliari e Juventus è sempre di 1 a 0. I minuti scorrono sul cronometro e gli ospiti piemontesi aggrediscono gli i sardi vedendosi pure annullare il possibile gol del pareggio al 16′ quando la rete firmata da Cristiano Ronaldo viene vanificata dalla posizione di fuorigioco segnalata dal guardalinee. L’intensità del gioco aumenta come suggeriscono anche i duri interventi effettuati su entrambi i fronti già a partire dalla metà campo e, dopo il tiro di Joao Pedro parato da Buffon al 18′, Ronaldo e Bentancur falliscono nel superare la difesa cagliaritana sia al 19′ che al 22′. Come preannunciato, gli animi si scaldano ed il direttore di gara è costretto a mettere mano ai cartellini rifilandone uno pure all’indirizzo dell’allenatore juventino Maurizio Sarri al 25′. I suoi calciatori mantengono abilmente il possesso della sfera e vanno a caccia del varco giusto per colpire ed acciuffare il pari ancor prima di rientrare negli spogliatoi per l’intervallo lungo. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FASE INIZIALE DEL MATCH

In Sardegna la partita tra Cagliari e Juventus è cominciata da una quindicina di minuti nel primo tempo ed il risultato è già di 1 a 0. Nelle fasi iniziali dell’incontro gli ospiti allenati dal tecnico Maurizio Sarri provano subito a sorprendere i rivali di giornata in avvio con uno spunto di Higuain, impreciso nell’ultima fase della sua giocata al 1′. I sardi guidati da mister Zenga non si lasciano intimorire e replicano al 3′ tramite la conclusione tentata da Gagliano e disinnescata senza troppi problemi dal veterano Buffon. Al 5′ i bianconeri mancano un’altra chance con Muratore ed il solito Higuain si dispera poi al 7′ quando non riesce ad imprimere forza alla sua deviazione, facilmente bloccata dall’estremo difensore avversario. Un po’ a sorpresa quindi i rossoblu spezzano l’equilibrio mettendo a segno la rete del vantaggio all’8′ grazie a Luca Gagliano, bravo a capitalizzare l’assist vincente offertogli dal suo compagno Mattiello. Quest’ultimo è poi protagonista pure al 13′, sebbene la sua conclusione venga intercettata con successo dall’ottimo Buffon tra i pali. (aggiornamento di Alessandro Rinoldi)

FORMAZIONI UFFICIALI, VIA!

Pronti a vivere la diretta di Cagliari Juventus, bisogna dire che la squadra di Maurizio Sarri ultimamente ha faticato tantissimo: la ripresa del campionato era iniziata nel migliore dei modi per i bianconeri, che erano stati capaci di vincere le quattro partite iniziali (al netto della Coppa Italia lasciata al Napoli) e in questo modo avevano allungato sulla concorrenza. Da quel momento però ha girato tutto male: la squadra è palesemente calata di condizione e si è fatta rimontare per due volte un 2-0 esterno, perdendo contro il Milan e riuscendo a raggranellare un pareggio sul campo del Sassuolo. Contro l’Atalanta si è salvata grazie a due rigori abbastanza fortuiti, poi ha perso contro l’Udinese dopo aver chiuso in vantaggio il primo tempo. I gol incassati sono molti di più rispetto alle ultime stagioni, l’attacco fatica a produrre reti: dati preoccupanti se pensiamo che tra poco tornerà la Champions League, e che giocando gare secche non ci saranno troppi margini di errore. Ora però siamo pronti a metterci comodi e vedere quello che ci dirà il campo: leggiamo insieme le formazioni ufficiali della partita, finalmente Cagliari Juventus comincia! CAGLIARI (3-4-1-2): Cragno; Walukiewicz, Ceppitelli, Klavan; Faragò, Ionita, Rog, Mattiello; Joao Pedro; G. Simeone, Gagliano. Allenatore: Walter Zenga JUVENTUS (4-3-3): Buffon; Cuadrado, Rugani, Bonucci, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Muratore; Bernardeschi, Higuain, Cristiano Ronaldo. Allenatore: Maurizio Sarri (agg. di Claudio Franceschini)

LA TRADIZIONE DICE JUVENTUS

Il primo ricordo recente di Cagliari Juventus riguarda ovviamente il maggio 2012: primo scudetto della serie record per i bianconeri, ma Antonio Conte aveva festeggiato sul neutro di Trieste (vincendo 2-0) a causa dei lavori al Sant’Elia e aveva approfittato della vittoria dell’Inter nel derby della Madonnina. Dunque ecco un’altra squadra contro la quale i bianconeri si sono ufficialmente laureati campioni d’Italia nel decennio in corso; in generale per il Cagliari affrontare la Juventus non è mai facile, basti pensare che l’ultima vittoria è un 2-0 del novembre 2009 che curiosamente aveva rappresentato anche il secondo successo consecutivo dopo la straordinaria rimonta – con Massimiliano Allegri in panchina – dell’Olimpico, quando Momo Sissoko e Pavel Nedved avevano risposto a Davide Biondini ma poi il Cagliari si era preso la vittoria con Jeda e Alessandro Matri, anche quest’ultimo futuro bianconero con tanto di gol importanti messi a referto. La Juventus però ha vinto le ultime sette partite e nove delle ultime 10, in Sardegna ha festeggiato per l’ultima volta nell’aprile 2019 grazie ai gol di Leonardo Bonucci e Moise Kean, era il periodo di fuoco dell’attaccante classe 2000 che, in assenza di Cristiano Ronaldo, aveva aperto una straordinaria striscia realizzativa per sigillare l’ottavo scudetto consecutivo della Juventus. (agg. di Claudio Franceschini)

GLI ALLENATORI: SFIDA SPECIALE PER WALTER ZENGA

Manca poco alla diretta di Cagliari Juventus: per Walter Zenga quella con i bianconeri è sempre stata una sfida speciale, perché quando ha iniziato a vestire la maglia dell’Inter si era trovato di fronte una squadra che poteva schierare un certo Michel Platini, per tre volte consecutive capocannoniere della nostra Serie A. Le Roi ha infiammato quei derby d’Italia, che però per l’Uomo Ragno avevano anche un altro significato: Zenga infatti era all’epoca il miglior portiere italiano ma doveva vincere la concorrenza di Stefano Tacconi, nel frattempo diventato una bandiera della Juventus. Non a caso quest’ultimo gli ha fatto spesso e volentieri da secondo, e la sua carriera in azzurro non è decollata proprio per la presenza del collega; titolare agli Europei 1988 e i Mondiali 1990, da allenatore Zenga non ha perso la sua verve e ha già vissuto esperienze interessanti. A Cagliari ha sostituito Rolando Maran, iniziando nel post-lockdown: ha portato la squadra a salvarsi senza affanni e l’ha anche riavvicinata in qualche modo alla zona europea, anche se poi lui pure ha dovuto vivere un calo di risultati. Comunque, la sua avventura isolana è fin qui positiva: sarà riconfermato per il 2020-2021? Staremo a vedere… (agg. di Claudio Franceschini)

ARBITRA DAVIDE GHERSINI

Questa sera la sfida Cagliari Juventus verrà diretta dall’arbitro di Genova Davide Ghersini, che sarà accompagnato alla Sardegna Arena dagli assistenti Tolfo e Pagliardini e dal quarto uomo Marini: Mariani e Paganessi saranno al Var-Avar. Fissando ora la nostra attenzione solo sul primo direttore di gara, scopriamo ben presto che nella stagione calcistica corrente Ghersini ha già diretto 17 incontri, di cui però nessuno per la Serie A. Anzi l’ultima apparizione del fischietto nel primo campionato nazionale risale alla passata stagione, quando nel settembre 2018 diresse Fiorentina-Spal. Va dunque aggiunto alla nostra analisi che, in carriera, lo stesso signor Ghersini ha diretto il Cagliari 4 volte, di cui l’ultima volta nell’edizione 2016-17 della Coppa Italia. Non si contano invece precedenti tra il direttore di gara e la Juventus, anche se il fischietto ligure ha incontrato la formazione primavera della Vecchia Signora in precedenza. (agg Michela Colombo)

INFO E ORARIO

Cagliari Juventus, che è in diretta dalla Sardegna Arena, si gioca alle ore 21:45 di mercoledì 29 luglio: le due squadre scendono in campo per la 37^ giornata di Serie A 2019-2020, ma ormai sono entrambe tranquille. Classica partita di fine stagione: la Juventus non ha sprecato il secondo match point e ha messo al sicuro il nono scudetto consecutivo, il primo per Maurizio Sarri che alla fine ha condotto la nave in porto; adesso si tratta di provare ad agganciare la nave della Champions League e non sarà semplice, perché certi giocatori appaiono in ritardo di condizione e andranno recuperati. Cagliari ampiamente salvo, Walter Zenga non è riuscito a riportare la squadra verso le posizioni europee ma può ancora sperare di salire qualche scalino della classifica, tuttavia domenica ha perso una buona occasione facendosi battere in casa dall’Udinese. Vedremo allora come andranno le cose in campo; aspettiamo che la diretta di Cagliari Juventus prenda il via, nel frattempo possiamo fare qualche valutazione circa le scelte da parte dei due allenatori, analizzando in maniera più sostanziosa quelle che sono le probabili formazioni.

PROBABILI FORMAZIONI CAGLIARI JUVENTUS

E’ difficile immaginare le probabili formazioni di Cagliari Juventus, visto che come detto la partita conta poco: possiamo comunque provare a schierare gli isolani, privi di Nainggolan e Luca Pellegrini oltre a Pavoletti, con un 3-5-2 nel quale Pavoletti e Giovanni Simeone agiranno come attaccanti con il supporto stavolta di due esterni che percorreranno tutta la fascia, e che potrebbero essere l’ex Mattiello e Lykogiannis. In mezzo al campo potrebbe trovare ancora spazio il classe 2000 Ladinetti vista la squalifica di Nandez, se la gioca anche Faragò che potrebbe completare la linea con Rog (da regista) e Birsa – o Ionita – poi una difesa con Pisacane, Ceppitelli e Klavan davanti a Cragno.

La Juventus perde i pezzi: oltre a Douglas Costa si è fermato Dybala – in dubbio per la Champions League – potrebbe tornare De Sciglio che giocherebbe a sinistra (a destra Danilo) con Buffon che avrà il posto da portiere e Rugani che potrebbe fare coppia con Bonucci, dando fiato alla spalla malandata di De Ligt. In mediana possibile utilizzo di Pjanic in cabina di regia, ai suoi lati Bentancur e Ramsey o Matuidi (Rabiot è squalificato); da capire l’attacco, Cristiano Ronaldo insegue la Scarpa d’Oro e forse sarà in campo con Bernardeschi, da prima punta verosimile l’impiego del giovane Olivieri ma attenzione alla soluzione Ramsey da trequartista, se la gioca anche Higuain che però non al top della condizione.

QUOTE E PRONOSTICO

L’agenzia Snai ha tracciato il pronostico per Cagliari Juventus, dicendoci che i bianconeri sono logicamente favoriti: il segno 2 per la loro vittoria vi permetterebbe di intascare una cifra corrispondente a 1,55 volte quello che avrete messo sul piatto, mentre per il segno 1 che regola il successo isolano il valore si alza a 6,00 volte la puntata. L’eventualità del pareggio, identificata dal segno X, porta in dote una vincita che ammonta a 4,00 volte la giocata con questo bookmaker.

© RIPRODUZIONE RISERVATA