Diretta/ Italia Serbia (risultato finale 3-0) streaming video: azzurri alle Olimpiadi

- Mauro Mantegazza

Diretta Italia Serbia: streaming video Rai della partita decisiva di volley maschile per il torneo di qualificazione olimpica Tokyo 2020. Azzurri per il big match.

italia volley nazionale
Diretta Italia Turchia, Europei volley 2019 (repertorio FIVB)

DIRETTA ITALIA SERBIA (RISULTATO LIVE 3-0): AZZURRI ALLE OLIMPIADI

Siamo nel corso del terzo set tra Italia e Serbia, gli azzurri sono avanti di due set. Muro di Zaytsev! Italia che si porta sul due a zero! La Serbia non molla e rimane vivo, siamo 5-5. Juantorena! Grandissimo colpo d’attacco, siamo 8-8. Attacco di Zaytsev vincente, 10-8, domina l’Italia. La Serbia prova a riportarsi sotto e restare nel match, siamo 14-14, Italia distratta. Si sta giocando ora punto a punto, la Serbia non molla. Anzani, grandissimo muro, siamo 20-17. Mani fuori della Serbia, Italia ad un passo dalle Olimpiadi. Giannelli! Italia che va sul 22-17. Italia sul 23-18, du punti all’obiettivo. Sei match point per l’Italia, Olimpiadi in cassaforte. Juantorena! Italia che vince per tre set a zero e vola a Tokyo! Prestazione meravigliosa degli azzurri. (agg. Umberto Tessier)

SHOW DEGLI AZZURRI

Siamo nel corso del secondo set tra Italia e Serbia, la posta in palio è altissima, chi vince stacca il pass per le Olimpiadi di Tokyio. Grandissimo diagonale di Antonov, siamo 8-6 per l’Italia, schiacciata imperiosa. Juantorena, schiacciata imperiosa, siamo 10-8. Ancora Juantorena, muro Serbia fuori, Italia sempre avanti. Juantorena continua a realizzare punti. Anzani vola e schiacchia, siamo 14-12. Grande ace di Zaytsev, Italia che vuole portare a casa anche il secondo set. Show dell’Italia che realizza un punto incredibile. Schiaccia Antonov, siamo 20-17. Ancora Antonov, grande pallonetto, siamo 21-18. Ace di Zaytsev! Sta diventando un fattore. Ancora ace! Set point per l’Italia, siamo 24-18. Siamo 25-18! Secondo set per l’Italia ad un passo dalle Olimpiadi! (agg. Umberto Tessier)

STREAMING VIDEO E DIRETTA TV, COME SEGUIRE ITALIA SERBIA

Ricordiamo a tutti gli appassionati di volley che la diretta tv di Italia Serbia di questa sera alle ore 21.15, come già gli altri match degli azzurri per il torneo di qualificazione olimpica a Tokyo 2020, sarà visibile sulla tv di Stato. Appuntamento con la squadra del c.t. Blengini su Rai Due, ma ricordiamo anche la diretta streaming video degli incontri, che sarà assicurata naturalmente tramite il servizio RaiPlay. CLICCA PER LA DIRETTA STREAMING VIDEO SU RAI DUE

AZZURRI AVANTI

Italia e Serbia si giocano un posto alle Olimpiadi di Tokyo. Sono 34 precedenti tra le due squadre, 19 successi per l’Italia, ci attende una sfida bellissima. Muro Zaytsev su Ivovic. Out l’attacco di Ivovic, siamo 8-2 per l’Italia. Muro out di Atanasijevic su Anzani, siamo sul 13-8, resta avanti l’Italia. La Serbia sbaglia il servizio, siamo 16-11, grande Italia fino ad ora. Out Ivovic da seconda linea. Italia vicinissima a vincere il primo set. Out Atanasijevic da seconda linea, siamo 22-15, sta dominando l’Italia che vuole il pass per le Olimpiadi. Ancora out Atanasijevic! Termina sul 25-15 per Italia un primo set giocato malissimo dalla Serbia. Italia che ha sfruttato l’occasione chiudendo avanti. Il match è ancora lunghissimo ma vincere il primo set può dare la spinta giusta agli azzurri. (agg. Umberto Tessier)

SI COMINCIA!

Tutto è pronto, la diretta di Italia Serbia sta per cominciare. L’attesa è molto alta per la partita più significativa del torneo di Bari, valido come qualificazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020 nella pallavolo maschile. Qualificarsi ai Giochi Olimpici è sempre complicato per tutti: i posti a disposizione sono appena 12 di cui uno va al Paese organizzatore, ne restano 11 che sono però suddivisi fra i vari continenti e questo è un problema soprattutto per l’Europa, che ha tante squadre di altissimo livello costrette a darsi battaglia fino all’ultimo pallone. La Serbia ne sa qualcosa, perché rimase fuori da Rio 2016: in quello stesso anni gli slavi vinsero l’allora World League, dunque di certo erano una delle squadre più forti in circolazione, ma dovettero vedere le Olimpiadi dalla televisione. Meglio dunque chiudere la pratica oggi, perché a gennaio per l’Europa ci sarà un solo posto ancora a disposizione: l’Italia è presente ai Giochi consecutivamente da Montreal 1976, nello sport un’era geologica fa. Oggi ci si gioca molto: parola al campo, Italia Serbia comincia! (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ATTENZIONE A ATANASIJEVIC!

Sempre più vicina la diretta di Italia Serbia, uno degli uomini più attesi e temuti dal pubblico di Bari sarà sicuramente Aleksandar Atanasijevic, 27 anni, opposto della Nazionale serba e di Perugia, con cui giocherà per il settimo campionato consecutivo. A Rio 2016 la Serbia fu la grande assente e Atanasijevic parlando con la Gazzetta dello Sport ha detto nei giorni scorsi: “Non c’eravamo e non vogliamo ripetere lo stesso errore questa volta. Per noi questo dunque è l’appuntamento più importante della stagione. Durante la VNL molti dei titolari hanno giocato poco o niente per riposare, io e Kovacevic non abbiamo disputato nemmeno una partita”. Insomma, il focus è tutto sul torneo di Bari, ma non c’è troppa pressione sulla Serbia dall’esterno: “In queste tre stagioni siamo cambiati. In Serbia in questo momento sono tutti concentrati sul Mondiale di basket, quindi ci siamo preparati con molta tranquillità. L’Italia però avrà tutto il pubblico dalla sua parte e questo può fare la differenza. Al Mondiale siamo riusciti a vincere con l’Italia: è stata la nostra migliore partita degli ultimi 3-4 anni, speriamo di ripeterla”. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

LA STORIA

In avvicinamento alla diretta di Italia Serbia, possiamo naturalmente osservare che sono tantissimi i precedenti di questa partita che hanno fatto la storia del volley. Limitandoci all’epoca dopo la fine della Jugoslavia unita, possiamo ricordare che l’Italia vinse contro gli slavi sia nella semifinale delle Olimpiadi di Atlanta 1996 sia in finale ai Mondiali 1998, per conquistare il terzo titolo iridato consecutivo. La vendetta arriva nella semifinale delle Olimpiadi di Sydney 2000, quando fu invece la Jugoslavia – sia chiamava ancora così ma formata solo da Serbia e Montenegro – a vincere e conquistare un posto in finale. Più di recente, dobbiamo notare che è stata quasi sempre la Serbia ad avere la meglio, ad esempio nella finale terzo posto dei Mondiali 2010 e nella finale degli Europei 2011, ma il ricordo più doloroso (anche perché più recente) è il perentorio 3-0 serbo nelle Final Six dei Mondiali dell’anno scorso, a Torino. L’auspicio dunque è che oggi possa essere scritta una storia differente… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ORARIO E PRESENTAZIONE DEL MATCH

Italia Serbia, in diretta dal Pala Florio di Bari, è la partita di volley maschile in programma oggi, domenica 11 agosto: fischio d’inizio fissato per le ore 21.15 per la partita decisiva del Torneo di qualificazione alle Olimpiadi Tokyo 2020 che l’Italia ospita a Bari, come era stato settimana scorsa per le donne a Catania. Questa sarà una partita fondamentale per l’Italia del commissario tecnico Gianlorenzo Blengini, che si gioca moltissimo in una sola sera. Italia Serbia infatti deciderà un quadrangolare che promuoverà a Tokyo 2020 solamente la prima classificata. Dunque oggi una Nazionale potrà già festeggiare un posto certo alle Olimpiadi dell’anno prossimo, mentre per l’altra ci sarà molto da soffrire, perché resterà un solo posto ancora per l’Europa, in palio nel torneo continentale di qualificazione a gennaio. Dunque Italia Serbia, che è sempre una partita di altissimo livello, oggi avrà un sapore ancora più speciale…

DIRETTA ITALIA SERBIA: IL CONTESTO

La diretta Italia Serbia dunque ci proporrà una partita che da sempre ha fatto la storia della pallavolo, con le diverse denominazioni della Jugoslavia prima e Serbia ora a causa delle tormentate vicende politiche dei Balcani. L’Italia ha esordito venerdì sera contro il Camerun, ha alzato ieri sera il livello di difficoltà del match affrontando l’Australia, oggi però è il giorno da tutto o niente (o quasi), perché chi resterà fuori dalle Olimpiadi adesso avrà solo un’altra piccola speranza a gennaio, quando però servirà vincere il torneo europeo che metterà un solo posto a disposizione per tutte quelle Nazionali del Vecchio Continente che oggi resteranno fuori dai Giochi. Il ricordo più recente è la batosta subita l’anno scorso ai Mondiali a Torino: adesso siamo di nuovo in casa nostra, la speranza naturalmente è che il fattore campo stavolta possa darci una spinta decisiva contro la Serbia, che resta avversaria fortissima e per di più con ottima conoscenza delal nostra pallavolo, visto che praticamente tutti i serbi giocano o hanno giocato in Italia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA