DIRETTA/ Napoli Legia Varsavia (risultato finale 3-0): punto esclamativo di Politano!

- Fabio Belli

Diretta Napoli Legia Varsavia (risultato finale 3-0) streaming video tv del match valevole per la 3^ giornata del gruppo C di Europa League. Politano mette il punto esclamativo nel recupero.

Rrahmani Napoli gol gruppo lapresse 2021 640x300
Video Legia Napoli (Foto LaPresse)

DIRETTA NAPOLI LEGIA (RISULTATO FINALE 3-0): PUNTO ESCLAMATIVO DI POLITANO!

Alla fine il Napoli si sblocca anche in Europa League battendo nettamente il Legia Varsavia – letteralmente crollato nel finale – per 3-0. Una vittoria che rilancia la squadra di Spalletti ora seconda a pari punti con il Leicester, i campioni di Polonia mantengono comunque la testa della classifica e resteranno un cliente parecchio scomodo sia per i partenopei che per le foxes. Nel recupero c’è gloria anche per Politano che mette il punto esclamativo a pochi secondi dal triplice fischio. I gol sono arrivati negli ultimi minuti ma i padroni di casa hanno attaccato dal primo al novantesimo e meritano indubbiamente di prendersi tutta la posta in palio. {agg. di Stefano Belli}

DIRETTA NAPOLI LEGIA STREAMING VIDEO TV: COME VEDERE LA PARTITA DI EUROPA LEAGUE

La diretta tv di Napoli Legia è su Sky Sport: per questa stagione infatti l’Europa League si divide tra la televisione satellitare e la piattaforma DAZN, nel primo caso bisognerà essere abbonati al pacchetto Calcio per accedere alle immagini mentre nel secondo, come sempre, la visione sarà garantita (ai clienti) in diretta streaming video, e dunque utilizzando apparecchi mobili come PC, tablet e smartphone. In alternativa, potrà essere sfruttata una smart tv che sia dotata di connessione a internet. La partita sarà anche visibile in chiaro su Tv8CLICCA QUI PER VEDERE LA PARTITA SU TV8.

2-0, INSIGNE LA SBLOCCA, OSIMHEN INFIERISCE!

A poco meno di dieci minuti dal novantesimo è finalmente cambiato il risultato di Napoli-Legia Varsavia con i partenopei in vantaggio per 2-0. All’ennesimo tentativo la squadra di Spalletti è riuscita a trovare la via del gol con lo splendido destro al volo di Insigne che su assist del nuovo entrato Politano – che ha preso il posto di Manolas, infortunatosi in un contrasto con Mladenovic – non lascia scampo a Miszta, il giovane portiere polacco in precedenza era stato bravissimo a mantenere la porta blindata e a dire di no a Mertens, Lozano ed Elmas. A dire il vero, un attimo prima che il numero 24 tirasse fuori il coniglio dal cilindro, i campioni di Polonia erano andati a un passo dal vantaggio con il palo esterno scheggiato da Emreli. All’80’ arriva anche il raddoppio che porta la firma di Osimhen che trova sempre il modo di fare la differenza. {agg. di Stefano Belli}

ENTRA OSIMHEN!

Al decimo minuto del secondo tempo resiste l’equilibrio tra Napoli e Legia Varsavia con le due squadre sempre bloccate sullo 0-0. A inizio ripresa i partenopei tornano ad attaccare, ricordiamo che la formazione allenata da Spalletti è obbligata a vincere se vuole sperare ancora nel primo posto e qualificarsi direttamente agli ottavi di Europa League evitando così la lotteria degli spareggi con le terze di Champions League. Al 52’ l’arbitro assegna un calcio di punizione a favore dei padroni di casa per il fallo di Jedrzejczyk (vi sfidiamo a scrivere questo nome – magari con gli accenti giusti – senza usare il copia-incolla) su Mertens. Il belga si incarica della battuta e trova una deviazione in calcio d’angolo, sugli sviluppi del corner Demme calcia col destro da fuori area: palla fuori di pochissimo. Poco dopo è Insigne a scaldare i guantoni di Miszta, il tutto mentre fanno il loro ingresso in campo Fabian Ruiz e soprattutto Osimhen: l’artiglieria pesante entra in azione! {agg. di Stefano Belli}

0-0, INTERVALLO

Napoli e Legia Varsavia vanno al riposo sul punteggio di 0-0. Dopo un’ottima prima mezz’ora la manovra dei partenopei è calata d’intensità, l’ultimo pericolo dalle parti di Miszta l’ha creato Anguissa che sugli sviluppi di un calcio d’angolo ha provato l’acrobazia trovando l’opposizione di Wieteska e Johansson che si sono letteralmente immolati per impedirgli di segnare e portare in vantaggio la squadra di Spalletti. Che al 40’ subisce l’iniziativa di Josué che premia l’inserimento di Mladenovic, il serbo apre per Muçi che punta Manolas ma viene contrastato in maniera piuttosto efficace dal difensore greco che consente a Meret di non dover intervenire in prima persona. A ridosso del 45’ l’arbitro assegna un calcio di punizione ai campioni di Polonia, la barriera fa il suo dovere e il pallone non passa. {agg. di Stefano Belli}

0-0, MERTENS E LOZANO SPAVENTANO MISZTA

Alla mezz’ora del primo tempo il punteggio di Napoli-Legia Varsavia è ancora fermo sullo 0-0. Gara sin qui dominata dai partenopei che in più occasioni hanno sfiorato il gol, come al 17’ quando Lozano impegna Miszta con un destro insidioso che viene deviato in calcio d’angolo – il duello tra i due si rinnoverà al 29’. Gli uomini di Spalletti insistono con Mertens che al 21’ fa la barba al palo, i tifosi sugli spalti del Maradona si disperano perché il belga avrebbe meritato di sbloccare la contesa. In evidente difficoltà gli ospiti che stasera rischiano seriamente di non rimanere più a punteggio pieno, di questo passo per la squadra di Michniewicz sarebbe già una grande impresa difendere il pareggio. Padroni di casa che devono comunque stare molto attenti a non concedere spazi in contropiede agli avversari e a non fare la stessa fine del Leicester che ha attaccato per tutta la gara per poi farsi infilare dai campioni di Polonia, specialisti nelle ripartenze in campo aperto. {agg. di Stefano Belli}

PARTENOPEI IN AVANTI

Al Maradona di Napoli la squadra di Spalletti ospita il Legia Varsavia per la terza giornata del gruppo C di Europa League, quando sono trascorsi circa quindici minuti dal fischio d’inizio il punteggio è fermo sullo 0-0. Non sarà semplice per i partenopei battere i campioni di Polonia che sono primi a punteggio pieno grazie alle vittorie di misura su Spartak Mosca e Leicester e anche stasera gli uomini di mister Michniewicz (Mich per gli amici) promettono di vendere cara la pelle. Primo affondo dei padroni di casa al 9’ con il lancio lungo di Elmas per Lozano che stacca di testa senza impensierire più di tanto Miszta che fa buona guardia in mezzo ai pali. Poco dopo Insigne prova a farsi largo nell’area di rigore avversaria ma cade nel tentativo di passare in mezzo a due avversari, l’arbitro fa proseguire il gioco e sul prosieguo dell’azione Mertens conquista il calcio d’angolo. Napoli che ha un disperato bisogno di vincere se vuole sperare ancora nella qualificazione diretta agli ottavi di finale senza passare per i play-off con le terze di Champions League. {agg. di Stefano Belli}

LE FORMAZIONI UFFICIALI!

Sta per avere inizio la diretta di Napoli Legia Varsavia, bella e importante sfida di Europa League: in attesa che facciano il loro ingresso in campo le formazioni ufficiali del match, approfittiamone per andare a curiosare in qualche dato fin qui segnato. Cominciamo allora dagli azzurri, che pure alla vigilia del terzo turno della manifestazione, occupano solo il terzo gradino nella classifica del girone C, con appena un punticino all’attivo, pure strappato col pareggio sul Leicester. I campani inoltre hanno da porre rimedio a una differenza reti ancora negativa e segnata sul 4:5. Altre statistiche per il Legia, leader del girone con ben 6 punti e dunque due successi all’attivo: la squadra polacca poi fin qui ha segnato solo due gol, ma il suo specchio è ancora intatto. Tocca ora dare la parola al campo:la diretta Napoli Legia comincia! 

NAPOLI (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Juan Jesus; Zambo Anguissa, Demme; Lozano, Elmas, L. Insigne; Mertens. Allenatore: Luciano Spalletti LEGIA (3-4-1-1): Miszta; Jedrzejczyk, Wieteska; Nowrocki; Johansson, Josué, André Martins, Luquinhas, Mladenovic; Rafael Lopes; Muçi. Allenatore: Czeslaw Michniewicz (agg Michela Colombo)

GLI ALLENATORI

Per la diretta di Napoli Legia, sfida della terza giornata dei gironi di Europa league non possiamo non parlare anche due i due allenatori che presenzieranno al San Paolo. Sono allora riflettori puntati su Luciano Spalletti, allenatore dei campani dal luglio del 2021 e certo tra i tecnici che meglio hanno fatto in avvio di stagione. Per l’allenatore di Certaldo si contano nel campionato italiano ben otto vittorie su otto partite disputate: solo in coppa Spalletti ha messo il piede in fallo ma nel complesso pure questo vanta una media punti di 2.50 su 10 incontri.

Di contro ecco per il Legia Czeslaw Michniewicz, allenatore polacco classe 1970, dal settembre del 2020 in panchina del club di Varsavia. Michniewicz che di fatto mai è uscito dalla nazione, con il Legia ha collezionato una media punti importante, ben 1.92, su 53 partite disputate. (agg Michela Colombo)

NAPOLI LEGIA: L’ARBITRO

A Carlos Del Cerro Grande è stata affidata la diretta di Napoli Legia Varsavia: l’arbitro spagnolo, 45 anni, sarà oggi coadiuvato da Pau Cebrian Devis e Roberto Alonso Fernandez come assistenti, poi avremo il quarto uomo Guillermo Cuadra Fernandez e gli addetti alla sala Var che saranno Alejandro Hernandez e Delajod Willy, “intruso” nella squadra arbitrale essendo francese. Carlos Del Cerro Grande è ormai diventato un arbitro di primissimo piano: lo dimostra il fatto che il 28 settembre scorso gli sia stata data Psg Manchester City, assoluta partita di cartello nel girone di Champions League, e che lui l’abbia condotta in porto con appena 3 ammonizioni. In generale lo spagnolo usa comunque i cartellini: in 6 partite stagionali la sua media è di 4,7 ammonizioni per gara, abbiamo già un’espulsione e ci sono anche due rigori fischiati.

Quattro le direzioni fino a qui nella Liga: ha incrociato una sola volta una big, era il Barcellona che ha pareggiato 0-0 sul campo del Cadice. Curioso il dato nel campionato spagnolo: qui Del Cerro Grande non ha mai ammonito meno di 5 giocatori per gara, anche se in Europa in termini generali le sanzioni disciplinari tendono ad abbassarsi vedremo quello che succederà tra poco nella diretta di Napoli Legia Varsavia. (agg. di Claudio Franceschini)

NAPOLI LEGIA: SPALLETTI NON VUOLE PERDERE COLPI

Napoli Legia, in diretta giovedì 21 ottobre 2021 alle ore 21.00 presso lo stadio Diego Armando Maradona di Napoli, sarà una sfida valevole per la terza giornata della fase a gironi della UEFA Europa League. Napoli chiamato a rilanciarsi in Europa, concetto che sembra paradossale visto che i partenopei sono alle prese con il miglior inizio di campionato della loro storia con otto vittorie consecutive in avvio di stagione. In Europa League è arrivato però un pareggio in rimonta col Leicester e una rocambolesca e inaspettata sconfitta contro lo Spartak Mosca nel secondo match.

Per sperare di proseguire il cammino in campo continentale al Napoli servirà dunque per forza di cose una vittoria contro i polacchi del Legia che sono al momento la rivelazione del raggruppamento. Due vittorie su due per la formazione di Varsavia che pure si trova in difficoltà in campionato, reduce da due sconfitte consecutive contro Lechia e Lech. Sicuramente il pronostico pende in favore del Napoli ma l’impressione è che gli azzurri dovranno reagire per evitare una nuova sorpresa che stavolta comprometterebbe il cammino europeo.

PROBABILI FORMAZIONI NAPOLI LEGIA

Le probabili formazioni della diretta Napoli Legia, match che andrà in scena allo stadio Diego Armando Maradona di Napoli. Per il Napoli, Luciano Spalletti schiererà la squadra con un 4-3-3 come modulo. Questa la formazione di partenza: Meret; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Ghoulam; Elmas, Fabian Ruiz, Zielinski; Politano, Osimhen, Insigne. Risponderà il Legia allenato da Czesław Michniewicz con un 4-3-3 così schierato dal primo minuto: Miszta; Jedrzejczyk, Wieteska, Nawrocki, Mladenovic; Josue, Slisz, Martins; Lopes, Muci; Emreli.

LE QUOTE PER LE SCOMMESSE

Per chi vorrà scommettere sul match al Diego Armando Maradona di Napoli, ecco le quote fissate dall’agenzia di scommesse Snai. La vittoria del Napoli con il segno 1 viene proposta a una quota di 1.15, l’eventuale pareggio con il segno X viene offerto a una quota di 7.70, mentre l’eventuale successo del Legia, abbinato al segno 2, viene fissato a una quota di 15.00.

© RIPRODUZIONE RISERVATA