DIRETTA/ Verona Brescia (risultato finale 2-1): Espulso Matri a tempo scaduto

- Fabio Belli

Diretta Verona Brescia. Streaming video DAZN, quote e risultato live del match valevole per l’undicesima giornata del campionato di Serie A.

Miguel Veloso Verona Juventus gol lapresse 2019
Pronostici Serie A (Foto LaPresse)
Pubblicità

DIRETTA VERONA BRESCIA (2-1) TRIPLICE FISCHIO

Allo Stadio Marcantonio Bentegodi il Verona batte il Brescia per 2 a 1. La partita è stata decisa nel corso del secondo tempo grazie alle reti messe a segno da Salcedo al 50′ e da Pessina all’81’ in favore dei gialloblu. Inutile il gol realizzato da Balotelli all’85’. Inoltre, è stato mostrato un cartellino rosso a Matri per proteste dopo il triplice fischio arbitrale. I tre punti guadagnati quest’oggi consentono al Verona di portarsi a quota 15 in classifica mentre il Brescia resta fermo a 7 punti. (cronaca Alessandro Rinoldi)

STREAMING VIDEO E TV: COME VEDERE LA PARTITA

La diretta di Verona Brescia, domenica 3 novembre 2019, sarà trasmessa in esclusiva sul canale numero 252 del satellite su Sky Sport, per tutti gli abbonati Sky. Questi ultimi potranno seguire anche la diretta streaming video via internet dell’incontro, collegandosi tramite pc sul sito skygo.sky.it, oppure con dispositivi mobili come tablet o smartphone o tramite una smart tv sull’applicazione ufficiale SkyGo.

FASE FINALE DEL MATCH

Quando manca ormai solamente una decina di minuti al novantesimo della sfida tra Verona e Brescia, il punteggio è sempre di 1 a 0. Con il passare dei minuti i veneti mancano l’opportunità per raddoppiare con ancora Salcedo al 60′, con Verre al 70′ e con Rrahmani al 77′. Gli ospiti hanno però cercato di raggiungere il pareggio con Balotelli, al 67′ e con Romulo al 75′.

Pubblicità

E’ INIZIATA LA RIPRESA

Arrivati al cinquantacinquesimo minuto, il risultato tra Verona e Brescia è cambiato ed è ora di 1 a 0 per la squadra allenata da mister Juric. In queste prime battute del secondo tempo, iniziato con l’ingresso di Ndoj al posto di Mangraviti tra gli ospiti, i padroni di casa partono bene e riescono a spezzare l’equilibrio iniziale al 50′ grazie alla rete segnata da Salcedo, la sua prima in Serie A. Al 54′ però Balotelli decide di prendere il pallone con le mani e di calciarlo in curva protestando con arbitro e giocatori per cori razzisti. Gara interrotta per qualche minuto.

FINE PRIMO TEMPO

Al termine del primo tempo le formazioni di Verona e Brescia sono da poco rientrate negli spogliatoi per l’intervallo sullo 0 a 0. Le Rondinelle sembrano maggiormente in difficoltà dopo le chances non sfruttate in precedenza ed i veneti si vedono negare giustamente dal VAR un calcio di rigore al 31′ che avrebbe anche portato all’espulsione di Mangraviti. Fino a questo momento il direttore di gara ha ammonito rispettivamente Empereur da un lato, Martella, Mangraviti e Mateju dall’altro.

Pubblicità

FASE INIZIALE DEL MATCH

In Veneto la partita tra Verona e Brescia è cominciata da una decina di minuti nel primo tempo ed il risultato è di 0 a 0. Nelle fasi iniziali dell’incontro le due squadre sembrano volersi studiare l’un l’altra, dandosi battaglia e rispondendo colpo su colpo nelle zone centrali del campo. Lentamente, sembrano essere i padroni di casa a poter guadagnare campo in maniera pericolosa.

FORMAZIONI UFFICIALI!

Verona Brescia è sfida sempre molto sentita: si comincia fra qualche minuto al Bentegodi, nel frattempo analizziamo il rendimento delle due squadre in questo campionato di Serie A. Per il Verona di Ivan Juric 12 punti in classifica grazie a tre vittorie, altrettanti pareggi e quattro sconfitte. Spicca per l’Hellas il dato della migliore difesa del campionato (8 gol subiti), ma la differenza reti è pari a -1 perché i gol segnati sono solamente 7. Il Brescia ha una partita in meno giocata ma ha anche soli 7 punti in classifica con due vittorie, un pareggio e sei sconfitte. Per gli uomini di Eugenio Corini 9 gol segnati e 14 subiti, differenza reti dunque pari a -5 per le Rondinelle. Adesso però non è più tempo di numeri e parole: leggiamo le formazioni ufficiali di Verona Brescia, poi la partita comincia! VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Empereur; Faraoni, Amrabat, Veloso, Lazovic; Zaccagni, Verre; Salcedo. All. Juric BRESCIA (3-5-2): Joronen; Cistana, Mangraviti, Mateju; Sabelli, Bisoli, Tonali, Romulo, Martella; Donnarumma, Balotelli. All. Corini. (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

ALLENATORI A CONFRONTO

Molto interessante è il confronto fra i due allenatori verso la diretta di Verona Brescia. Entrambe le squadre nelle scorse settimane hanno raccolto più complimenti che punti, tendenza che però l’Hellas ha saputo spezzare martedì vincendo a Parma e portandosi in una posizione di classifica più che discreta per una neopromossa. Sicuramente sia il Verona sia il Brescia hanno una identità di gioco e questo è un merito di Ivan Juric ed Eugenio Corini, il Brescia però è inchiodato in una posizione di classifica che ad oggi significherebbe retrocessione per le Rondinelle, di conseguenza adesso il Brescia deve provare a invertire la tendenza, perché i complimenti da soli non bastano per conquistare la salvezza. Il Verona sembra averlo capito, in riva all’Adige sperano che oggi non arrivi la svolta anche per i vicini dall’altra parte del lago di Garda, di certo la posta in palio si annuncia molto calda… (Aggiornamento di Mauro Mantegazza)

I PRECEDENTI

Prendiamo ora in considerazione anche lo storico che interessa Verona Brescia, big match della 11^ giornata della Serie A, che pure vanta alle sue spalle una consolidata tradizione, specie nel campionato cadetto. Dati alla mano ecco infatti che possiamo fare riferimento a 81 precedenti tra i due club, questi segnati dal 1932 a oggi e pure tra primo e secondo campionato italiano, come anche nella Coppa Italia. Il bilancio complessivo è però abbastanza equilibrato visto che possiamo contare di 25 successi dell’Hellas nello scontro diretto e 23 affermazioni della Leonessa, con anche 33 pareggi. Va poi infine aggiunto che risale alla stagione 2018-2019 della Serie B l’ultimo testa a testa occorso tra Verona e Brescia: allora nel doppio confronto del campionato regolare assistemmo al successo delle rondinelle in casa con il risultato di 4-3. Nel turno di ritorno al Bentegodi però al triplice fischio finale fu pareggio col risultato di 2-2. (agg Michela Colombo)

ORARIO E PRESENTAZIONE

Verona Brescia, diretta da Mariani, domenica 3 novembre 2019 alle ore 15.00 presso lo stadio Marc’Antonio Bentegodi di Verona, sarà una sfida valevole per l’undicesima giornata del campionato di Serie A. Sfida sempre sentita tra due squadre, seppur situate in regioni diverse, distanti solo 70 chilometri fra loro. Gli scaligeri continuano a stupire, 12 punti in 10 partite e piazzamento a metà classifica ottenuto anche grazie all’ultimo colpaccio in casa del Parma nel turno infrasettimanale. I gialloblu hanno saputo rispondere al primo momento difficile della stagione dopo le sconfitte contro Napoli e soprattutto Sassuolo in casa e ora cercheranno conferme contro un Brescia che, seppur con una partita disputata in meno, è scivolato in zona retrocessione con un solo punto conquistato nelle ultime cinque partite disputate in Serie A, con le Rondinelle sconfitte martedì scorso dall’Inter in un match pur molto combattuto allo stadio Rigamonti.

PROBABILI FORMAZIONI VERONA BRESCIA

Le probabili formazioni che dovrebbero affrontarsi in Verona Brescia, domenica 3 novembre 2019 alle ore 15.00 presso lo stadio Marc’Antonio Bentegodi di Verona, sfida valevole per l’undicesima giornata del campionato di Serie A. Il Verona allenato da Ivan Juric schiererà un 3-4-2-1: Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Gunter; Faraoni, Amrabat, Miguel Veloso, Lazovic; Verre, Salcedo; Stepinski. Il Brescia guidato in panchina da Eugenio Corini risponderà con un 3-5-2 così schierato: Alfonso; Cistana, Mangraviti, Gastaldello; Sabelli, Bisoli, Tonali, Zmrhal, Mateju; Balotelli, Donnarumma.

LE QUOTE PER LE SCOMMESSE

Per chi scommetterà sul match, le quote dell’agenzia Snai considerano il Verona favorito sul Brescia. Quota per l’affermazione interna fissata a 2.15, l’eventuale pareggio viene proposto a una quota di 3.30, mentre la vittoria in trasferta viene proposta a una quota di 3.50. Per chi invece punterà sul totale dei gol realizzato nel corso della partita, over 2.5 quotato 2.20, mentre la quota dell’under 2.5 viene offerta a 1.65.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità