Dl Sostegni Bis, proposte Lega approvate/ Turismo e fiere, dalla sanità alla scuola

- Silvana Palazzo

Dl Sostegni Bis, tutte le proposte Lega approvate: da turismo e fiere a sanità, scuola e trasporti. Un esempio: blocco sfratti? Esenzione prima e seconda rata Imu 2021

Salvini con Ostellari
Ddl Zan, Matteo Salvini e Andrea Ostellari in Senato (LaPresse, 2021)

Dal lavoro ai matrimoni, dalle tasse all’automotive, passando per sport, trasporti, turismo e sanità. Sono sono alcuni dei temi di cui si è occupata la Lega per il Dl Sostegni bis. Scopriamo allora nel dettaglio quali sono le proposte approvate. Per quanto riguarda i contributi a fondo perduto, semaforo verde alla proposta di rideterminazione del calcolo in favore dei soggetti titolari di reddito agrario, nonché ai soggetti che hanno conseguito ricavi superiori a 10 milioni di euro, ma non superiori a 15 milioni di euro, nel secondo periodo d’imposta antecedente a quello di entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, in possesso degli altri requisiti previsti per il riconoscimento dei contributi di cui all’articolo 1 del DL Sostegni bis. Passata anche la proposta di detassazione di contributi, di indennità e di ogni altra misura a favore di imprese e lavoratori autonomi relativi all’emergenza da COVID-19.

Per quanto riguarda il lavoro, c’è la modifica all’articolo 19 del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81, in materia di lavoro a tempo determinato. Con l’emendamento approvato vengono aggiunte alle “condizioni di legge” per ricorrere ai contratti a termine anche quelle individuate dalla contrattazione collettiva di ogni livello, così da rispondere in maniera puntuale alle specifiche esigenze dei singoli settori e delle singole aziende.

MATRIMONI E VIAGGI

Per quanto riguarda wedding e settore horeca, tra le proposte della Lega approvate per il Dl Sostegni bis ci sono quelle per contributi a fondo perduto per un importo complessivo pari a 60 milioni di euro per quest’anno. Invece i bambini con meno di 6 anni sono sono esentati dal requisito del possesso del Green Pass per la partecipazione ai banchetti nell’ambito di cerimonie e di eventi analoghi con meno di sessanta partecipanti. Ma i minori che accompagnano i genitori all’estero, in Ue, non sono tenuti a sottoporsi a quarantena o ad autoisolamento per motivi di viaggio se questo stesso obbligo non è imposto ai genitori, così da garantire che le famiglie restino unite. Inoltre, l’obbligo di sottoporsi per motivi di viaggio a test per l’infezione da coronavirus non si applica ai bambini di età inferiore a sei anni. Passate anche le proposte sul terzo settore: previsto incremento di 60 milioni di euro per l’anno 2021 del Fondo straordinario per il sostegno degli enti e istituzione di un Fondo con una dotazione di 10 milioni di euro per l’anno 2021.

RISTORI, TASSE E FISCO

Importante anche la proposta sui ristori alle attività che hanno subito chiusure parziali: estesa la platea di beneficiari, quindi per accedere al fondo va verificata che la chiusura sia stata almeno di 100 giorni anziché 4 mesi. Passata anche la proposta per disposizioni urgenti in materia di revisione dei prezzi dei materiali nei contratti pubblici. Sostegni anche alle fiere: incremento di 50 milioni di euro per l’anno 2021 del Fondo. Invece, per quanto riguarda gli impianti di risalita, è di 30 milioni di euro per l’anno 2021 per il Fondo per la montagna. Significative anche le proposte su tassazione e fisco. Ad esempio, c’è la modifica all’articolo 1 del decreto-legge 8 aprile 2020, n. 23, convertito, con modificazioni, dalla legge 5 giugno 2020, n. 40, in materia di sostegno alla liquidità delle imprese (Compensazione dei crediti PA – debiti tributari imprese). Inoltre, previste modifiche in materia di disposizioni relative al settore elettrico, quindi revisione degli oneri finanziari. Per quanto concerne la rottamazione ter, proroga della sospensione della riscossione: entro 31/07/2021 per rate in scadenza al 28/02/2020 e 31/03/2020, entro 30/09/2021 per rate in scadenza al 31/07/2020, entro 31/10/2021 per rate in scadenza al 30/11/2020, entro 30/11/2021 per rate in scadenza al 28/02/2021, 31/03/2021 e 31/07/2021. A ciò si aggiunge la proroga versamenti ISA al 15 settembre 2021.

CANONI LOCAZIONE, PARTECIPAZIONI E TITOLI DI CREDITO

La Lega ha messo mano anche ai canoni di locazione. Proroga del credito d’imposta sugli affitti anche alle attività di impresa con fatturato superiore a 15 milioni di euro situati nei centri commerciali. Per quanto riguarda i canoni demaniali, proposta e approvata la rideterminazione della soglia minima dei canoni demaniali marittimi. Quindi, l’Imu 2021: esenzione prima e seconda in favore dei proprietari locatori colpiti dal blocco degli sfratti. Passando alle partecipazioni societarie: proroga obbligo partecipazioni societarie anche per l’anno 2022 nel caso in cui abbiano prodotto un risultato medio in utile nel triennio 2017-2019. In merito alla sentenza Lexitor Tan, modifiche al testo unico delle leggi in materia bancaria e creditizia per rendere certe e trasparenti le condizioni di accesso al credito al consumo per il sostegno delle famiglie. Passiamo ai titoli di credito: i termini di scadenza di quelli che ricadono o decorrono nel periodo dal 1° febbraio 2021 al 30 settembre 2021 sono sospesi fino al 30 settembre 2021. I protesti o le constatazioni equivalenti levati nello stesso periodo sono cancellati d’ufficio. Non si fa luogo al rimborso di quanto già riscosso.

AUTOMOTIVE, SPORT, TURISMO E TRASPORTI

Come anticipato, anche sull’automotive la Lega ha dato il suo contributo per il Dl Sostegni Bis. Risorse per 350 milioni di euro complessivi: 200 milioni di euro per euro 6, 50 milioni di euro per furgoni, 60 milioni di euro per elettrico. Incremento di 15 milioni di euro per l’anno 2021 del Fondo per le città d’arte. Per lo sport incremento risorse per operatori settore sportivo (77 milioni di euro per anno 2021) e valorizzazione turistica del Paese in relazione alle Olimpiadi invernali 2026 (35 milioni di euro per anno 2021). Turismo è anche terme: incremento risorse per stabilimenti termali (15 milioni di euro per anno 2021 e 5 milioni di euro per l’anno 2022). Sospensione del pagamento della tassa di ancoraggio per le navi da crociera. Incremento risorse per guide turistiche, agenzie di viaggio e bus turistici: 20 milioni di euro per l’anno 2021 in favore delle guide turistiche e degli accompagnatori turistici titolari di partita IVA; 15 milioni di euro per l’anno 2021 per bus turistici. Ora i trasporti: contributo per i destinatari dei ristori delle maggiori spese affrontate dagli autotrasportatori (6 milioni di euro per l’anno 2021). C’è anche Alitalia: i pagamenti degli oneri e dei costi funzionali alla prosecuzione dell’attività di impresa di ciascuno dei rami del compendio aziendale nonché dei costi di funzionamento della procedura possono essere antergati ad ogni altro credito, ivi inclusi quelli dello Stato.

SANITÀ E SCUOLA

Interessanti anche le proposte della Lega approvate per la sanità. Si va dal monitoraggio dei consumi farmaceutici all’inclusione degli assistenti sanitari nel reclutamento straordinario di dirigenti medici, tecnici della prevenzione negli ambienti e nei luoghi di lavoro. C’è anche un contributo in favore dell’Ospedale pediatrico Istituto Giannina Gaslini e degli altri Istituti pediatrici di ricovero e cura a carattere scientifico per il ristoro dei costi sostenuti a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 (10 milioni di euro per l’anno 2021). In merito alle cure palliative, prevista ricognizione ed elaborazione programma triennale per garantire entro il 31 dicembre 2025 l’uniforme erogazione dei livelli di assistenza in tutto il territorio nazionale, fissando per ciascuna regione e provincia autonoma i relativi obiettivi. Infine, il capitolo scuola. Passa la proposta per la soppressione di una disposizione che impediva ai candidati che non superano le prove di un concorso di presentare domanda di partecipazione alla procedura concorsuale successiva per la medesima classe di concorso o tipologia di posto per la quale non hanno superato le prove. Alla scuola è riconosciuta la facoltà di stabilire, in maniera autonoma e a titolo di cofinanziamento, contributi obbligatori o rette a carico delle famiglie degli alunni i cui genitori non sono dipendenti dell’EFSA né di società convenzionate con l’Autorità medesima. Ma l’importo non può essere superiore a 2.000 euro annui per ciascun alunno, fatte salve le riduzioni spettanti alle medesime famiglie ai sensi delle disposizioni vigenti. C’è poi il contributo complessivo di 50 milioni di euro nell’anno 2021 erogato anche alle scuole d’infanzia paritarie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA