GiroGiroBimbo / Abituare il bambino ai sapori: il semolino con vitello. Mercoledì 19 giugno

- La Redazione

In questa puntata di GiroGiroBimbo Chiara Maci spiega come cucinare il semolino col vitello, un piatto adatto ai bimbi fino a tre anni. Poi si spiega qual’è la posizione giusta per allattare

giro-giro-bimbo
Ellen Hidding conduce "GiroGiroBimbo"

Nella puntata di mercoledì 19 giugno della trasmissione Giro Giro Bimbo condotta da Ellen Hidding, viene presentata la ricetta di un altro piatto adatto a nutrire al meglio il bambino nei propri primi mille giorni di vita. Si tratta del semolino colorato con vitello cremoso che, come consuetudine, viene preparato sapientemente dalla food blogger Chiara Maci. È una ricetta adatta allo svezzamento e che allo stesso tempo è piuttosto semplice da realizzare. Si parte dalla zucca che deve essere pulita e lavata bene.

A tal proposito Chiara evidenzia come sia importante avere posate e piatti esclusivamente utilizzati dal bambino in quanto è molto importante avere una certa cura delle pulizia e dell’igiene in cucina. Detto ciò si prende la zucca opportunamente tagliata in cubetti e la si mette a lessare in una pentola. Nel frattempo si cominciano a preparare gli altri ingredienti, nello specifico 20 grammi di semolino, 40 grammi di omogeneizzato di vitello, del brodo vegetale precedentemente preparato ed un cucchiaio di olio extravergine di oliva che verrà usato per condire il tutto. Mentre si attende che la zucca completi la sua cottura, viene mandato in onda un video con i consigli della dottoressa Silvia Scaglioni, pediatra esperta in nutrizione.

La dottoressa fa presente come nei primi mille giorni l’obiettivo di pediatri e genitori sia quello di sviluppare nei bambini sane abitudini alimentari ed uno stile di vita attivo. L’obiettivo è anche quello di far assaporare e apprezzare il gusto degli alimenti ai bambini senza l’aggiunta del sale. La dottoressa sottolinea come la preferenza del bambino verso il dolce sia innata mentre quella verso il sale compare in un secondo momento.

In questa fase della sua vita il bambino è desideroso di assaggiare nuovi alimenti ed in ragione di ciò si può sfruttare la cosa per proporre nuovi tipi di cibo. A tal proposito, prodotti per l’infanzia vengono incontro offrendo con estrema sicurezza una grande varietà di alimenti con i quali rispondere al desiderio dei bambini di variare i gusti. È inoltre bene ricordare come sia consigliato proporre questi nuovi alimenti uno alla volta, in modo da individuare precocemente un’ eventuale intolleranza alimentare. Tornando alla ricetta, una volta lessata la zucca la passiamo nel passaverdura. Poi in un apposito piatto la si unisce al semolino e al brodo vegetale, girarndo e stando attenti che non si formino grumi. 

Poi si prende l’omogeneizzato di vitello, lo si scalda a bagnomaria oppure nel forno microonde e lo si aggiunge al composto. Infine, si mette il cucchiaino di olio extravergine di oliva per condire la pappa. Per completare il pasto è molto indicato un vasetto di omogeneizzato di frutta.

Per variare questa ricetta si può pensare di cambiare l’omogeneizzato di carne oppure andare a variare il tipo di verdura, ad esempio con un broccolo. L’unica cosa da tenere presente è quella di inserire un ingrediente alla volta per dare la possibilità al bambino di potersi abituare.

Per la rubrica del Videodizionario dell’infanzia si parla di allattamento, ed in particolare della corretta posizione del bambino mentre viene nutrito. A parlarne c’è Valentina Iacchia, ostetrica naturopata, che fa presente come sia consigliabile che per prima cosa la madre si metta su una posizione molto comoda magari su un divano oppure sul letto magari fruendo dell’utile supporto dei cuscini. Il bambino deve essere tenuto in maniera tale che il suo pancino sia precisamente contro la pancia della mamma ed inoltre deve essere tenuta la linea orecchie e spalla. Importante è anche spostare il bambino in quanto può succedere che parte della ghiandola mammaria potrebbe essere non svuotata e quindi a seconda di dove si trova il mento si sta attingendo da quella zona.

Nell’ultima rubrica, ed ossia quella chiamata Bebè in arrivo, la personal trainer Simona Musocchi da alcuni consigli sulla tipologia di sport da eseguire durante la gravidanza. In particolare per le donne che già frequentavano la palestra è possibile continuare ovviamente diminuendo i carichi gradualmente mentre tutti gli altri sport ad eccezione del nuoto, sono sconsigliati e nello specifico quelli più pericolosi sono la corsa e il fare esercizi in cui vengono stimolati gli addominali. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori