Raffaella Carrà / Esce nuovo singolo “Replay”: sei finito quando non hai più entusiasmo

- La Redazione

Esce oggi il singolo di Raffaella Carrà, che dopo 14 anni torna alla musica con i suoi 70 anni e tanto entusiasmo: “Lo faccio per gioco, non per la carriera”. L’album a ottobre

raffaella_carra_phixr
Raffaella Carrà

Raffaella Carrà ha compiuto da poco i 70 anni, e se a personaggi come Mick Jagger e Paul McCartney è consentito fare ancor furore sulle scene, star come Tina Turner e Cher si sono ritirate dal mondo dello spettacolo, salvo qualche sparuta apparizione, intorno ai 60. 

Ma non lei: dopo questo traguardo festeggiato a Manila in compagnia di Sergio Iapino e un gruppo di intimi amici, presenta oggi l’uscita di un nuovo singolo “Replay”, che anticipa il prossimo album, da ottobre nei negozi e sul web, a 14 anni di distanza dall’ultimo.

Già un paio di anni fa Bob Sinclar ha rilanciato il suo “Far l’amore”, e oggi come allora, la “Raffa” nazionale conferma che la sua musica è da vedere ancora prima che da ascoltare viste le famose movenze che da sempre accompagnano le sue performance live. 

Corriere.it l’ha incontrata per avere un commento su questo risvolto inaspettato della sua carriera, che la rilancia dopo l’esperienza di giudice a “The Voice”. Proprio partecipare alla trasmissione l’ ha convinta a registrare un nuovo album, ma con uno spirito diverso dal passato: “Lo registrerò con gioia e divertimento e, le dirò, anche da outsider perché non lo faccio per la carriera, ma per gioco”.

L’album in uscita vedrà pezzi tra il dance, il rock e il melodico, ed è prodotto da un’etichetta indipendente, la Do It Yourself, con brani in italiano ma anche spagnolo e inglese. 

Riguardo ai suoi successi del passato, “Tuca Tuca” e “Tanti auguri” riconosce che oggi non susciterebbero più nessuno scandalo e spiega che secondo lei, il limite di età per fare il cantante è “quello in cui smetti di essere entusiasta”

Quindi aspettiamoci di risentirla e vederla con la solita grinta e il mitico taglio di capelli color platino, a cui non è disposta a rinunciare: “con i capelli bianchi il biondo si confonde e la donna è nata con la frangia davanti per il verso naturale dei capelli. L’unica cosa che si può cambiare è la lunghezza.”

Un entusiasmo pieno di ottimismo e gratitudine, che non si cura del mito dell’eterna gioventù  inseguito oggi da chi fa spettacolo; la sua carriera è stata più che soddisfacente e non esita a spiegare: “oggi vivo tutto con ironia e con le rughe che il tempo mi ha disegnato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori