Drupi “Ho una paura terribile del covid”/ “Spero che questo virus schifoso sparisca”

- Davide Giancristofaro Alberti

L’intervista di Drupi a Quel che resta del giorno, su RaiNews24: “Spero che il virus sparisca, ho una paura terribile”. Le sue parole

dorina drupi rai 640x300
Dorina e Drupi a Quel che resta del giorno

Il cantante pavese Drupi ha presentato il suo nuovo brano “White Christmas”, una cover dello storico successo natalizio. Al fianco dell’artista classe 1947 la moglie e braccio destro, Dorina. I due sono stati ospiti ieri sera durante la trasmissione Quel che resta del giorno su RaiNews24, e nell’occasione è stata mostrata una parte del video della nuova canzone: “Sono qui con Dorina, mia moglie – esordisce Drupi – perchè è protagonista anche lei. I bambini nel video? Sono nipotini e figli di amici, tutta la ‘cagnara’ che ci segue perennemente”.

Drupi ha spiegato di aver voluto fare questo video come un regalo ai suoi amici e conoscenti: “E’ un regalo che abbiamo fatto ai nostri famigliari che non sappiamo mai come ringraziare per l’amore che ci danno. Invece che mettermi lì a digitare 30mila grazie abbiamo deciso di fare un video dedicato a questi amici e questi fan, per augurargli un buon Natale. Lo si trova su tutte le piattaforme online”. Ha preso poi la parola anche Dorina che ha spiegato che questo duetto non è un inedito: “Non è la prima volta che ci esibiamo insieme, abbiamo fatto tante cose assieme. Ho iniziato per lui nel lontano 1973 facendo i cori per ‘Vado via’”.

DRUPI: “A CAUSA DEL COVID CANCELLATE ALCUNE DATE”

Quindi di nuovo Drupi: “Cosa mi aspetto da questo Natale? Per uscire un po’ dalle varie retoriche, a me basterebbe che questo schifoso, lurido virus sparisse, sarebbe un regalo, e se non dovesse succedere spero almeno che quelli che non fanno il vaccino che si convincessero a farlo”. Quindi Drupi ha aggiunto: “Uscirne assieme sarebbe un bel regalo perchè ci permetterebbe di continuare a fare musica, a fare il nostro lavoro, mi sono già state stoppate delle date, capodanno a Vrsavia, in Germania mi è stata fermata una mini tournée di due/tre date”.

Il nostro settore, soprattutto le maestranze – ha ricordato Drupi – non avendo assicurazioni che gli permettano di avere rientri, è alla frutta. Per queste serate che ho perso soffro per loro perchè le ho accettate solo per loro visto che onestamente ho una paura terribile, però per poter far guadagnare qualcosa alle maestranze ho accettato, ma questo balzo del virus… Fino ad ora ne ho una data a Brescia il 23”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA