Trussardi passa al fondo QuattroR?/ Rilancio e uscita in 4-5 anni, ma il brand del Levriero non conferma

- Silvana Palazzo

Trussardi passa al fondo QuattroR? Piano di rilancio e uscita in 4-5 anni, ma il brand del Levriero non conferma. Eppure ci sarebbe l’accordo…

tomaso_trussardi_facebook_2014
Tomaso Trussardi (Facebook)

Trussardi sta per passare al fondo QuattroR: sono queste le ultime notizie sul futuro del brand del Levriero. Non arrivano conferme da parte dell’azienda e dal suo CEO Tomaso Trussardi sulla notizia dell’ingresso del fondo, nonostante l’indiscrezione stia circolando da tempo negli ambienti della moda. Secondo gli addetti ai lavori, ora si sarebbe arrivati alla conclusione della trattativa con il fondo specializzato in investimenti in aziende italiane. QuattroR è il primo fondo italiano e ha Cassa Depositi e Prestiti tra i suoi sottoscrittori, oltre a Inail e Inarcassa. La sua mission è rilanciare e sviluppare aziende italiane con solide prospettive industriali e di mercato ma che si trovano temporaneamente in uno stato di squilibrio patrimoniale e finanziario. Sarebbe questa, come riportato dal Corriere della Sera, la situazione attuale di Trussardi, che dal 2016 ha avviato un piano di rilancio del marchio per il periodo 2017-2021, approvato dalla controllante Finos, per raggiungere un margine operativo lordo positivo.

TRUSSARDI PASSA AL FONDO QUATTROR?

Tra i tentativi di rilancio c’è stato anche il coinvolgimento di Michelle Hunziker, moglie di Tomaso, in veste di ambassador del marchio e ora il reclutamento di Aurora Ramazzotti come testimonial di Trussardi Jeans. Nei primi mesi dell’anno è arrivata poi la notizia dell’uscita di Gaia Trussardi: la stilista ha deciso di impegnarsi in altre sfide professionali, seguendo la sorella Beatrice. Ora arriva la notizia dell’ingresso del fondo di investimento italiano. Manca il comunicato ufficiale dell’azienda, ma secondo le indiscrezioni l’arrivo di QuattroR si è concretizzato tramite un aumento di capitale di circa 50 milioni in Finos e la creazione di una newco, che sarà partecipata in maggioranza da QuattroR e, con una quota, da Tomaso Trussardi. Come riportato dal Corriere della Sera, Gaia Trussardi dovrebbe uscire completamente dalla compagine azionaria, mentre le quote in Finos della madre Maria Luisa Gavazzeni saranno diluite. A livello manageriale, lascerà il proprio ruolo Massimo Dell’Acqua, primo direttore generale della griffe. Il nuovo team di gestione sarà comunicato al momento del closing, previsto entro marzo.

RILANCIO E USCITA IN 4-5 ANNI MA TRUSSARDI NON CONFERMA

Il fondo QuattroR, secondo Reuters, punta a entrare in Trussardi con una quota del 70-80 per cento e a rimetterla sul mercato risanata in 4-5 anni. L’agenzia di stampa parla di un accordo siglato ieri sera, mentre quello con le banche creditrici, vincolante per l’intera operazione, potrebbe arrivare tra qualche settimana. L’operazione prevede un apporto di risorse di circa 50 milioni da parte del fondo, «in strumenti finanziari “quasi-equity” che hanno anche diritti di governance». Non si tratterebbe quindi un aumento di capitale tradizionale. Una fonte ha spiegato a Reuters: «L’accordo è abbastanza bene incanalato. L’intesa tra fondo e famiglia è sostanzialmente raggiunta, sono stati sciolti i principali nodi con le banche creditrici (Bnl, Unicredit, Intesa Sanpaolo, Ubi Banca, Banco BPM e Mps), con le quali si potrebbe arrivare a chiudere un accordo verso metà gennaio». Un’altra fonte dice che la firma tra la holding Finos e il fondo è arrivata ieri sera. Nessun commento comunque per ora da Trussardi e QuattroR.

© RIPRODUZIONE RISERVATA