ESAME DI STATO 2017/ Materie seconda prova Maturità: ministero bocciato in Facebook e Instagram?

- Romana Romano

All’insegna della continuità la scelta delle materie della seconda prova scritta dell’esame di maturità 2017. Avrà inizio mercoledì 21 giugno, con la prova di italiano. ROMANA ROMANO

scuola_studenti_esame6R439
LaPresse

E’ all’insegna della continuità la scelta delle materie della seconda prova scritta dell’esame di maturità 2017. La maturità avrà inizio mercoledì 21 giugno, con la prova di italiano. Il 22 giugno sarà la volta della seconda prova scritta.

“Come ogni anno — ha dichiarato espressamente il ministro Fedeli nel video di annuncio — la scelta delle materie ha tenuto conto del percorso scolastico che voi avete affrontato”, aggiungendo che in alcuni casi il criterio è stato dell’alternanza, in altri quello del consolidamento della materia più rappresentativa. E’ scomparso il fantasma di fisica al liceo scientifico, tanto temuto da studenti e professori, e c’è la conferma di matematica; mentre viene designato il latino, secondo l’attesa alternanza, al liceo classico.

Come sempre l’attenzione è stata focalizzata sui licei classico e scientifico e sull’istituto tecnico-commerciale, mentre gli altri istituti, tecnici e soprattutto professionali, sembra che non interessino a nessuno.

Un piccolo assaggio: per i licei, lingua straniera L1 al liceo linguistico; scienze umane al liceo delle scienze umane; diritto ed economia politica al liceo delle scienze umane opzione economico-sociale; al solito, discipline artistiche e progettuali secondo l’indirizzo di studi nel liceo artistico; teoria, analisi e composizione al liceo musicale; tecniche della danza al Liceo coreutico. Tra le materie scelte per gli istituti tecnici: economia aziendale per l’indirizzo amministrazione, finanza e marketing; discipline turistiche e aziendali per l’indirizzo turismo; impianti energetici, disegno e progettazione per l’indirizzo meccanica, meccatronica ed energia, articolazione energia; struttura, costruzione, sistemi impianti del mezzo per l’indirizzo trasporti e logistica; topografia per l’indirizzo costruzioni, ambiente e territorio. Veniamo ora ai professionali: scienza e cultura dell’alimentazione per l’indirizzo servizi enogastronomia e ospitalità alberghiera articolazione enogastronomia; tecniche professionali dei servizi commerciali per l’indirizzo servizi commerciali; tecniche di produzione e di organizzazione nell’indirizzo produzioni industriali e artigianali articolazione industria; linguaggi e tecniche della progettazione e comunicazione audiovisiva per l’indirizzo produzioni industriali e artigianali articolazione iIndustria, opzione produzioni audiovisive.

Non fanno notizia, dicevamo, e invece per tanti ragazzi il succitato noioso elenco il passaporto per l’inserimento al lavoro o, anche, per l’iscrizione all’università in cui riescono come i loro più accreditati colleghi liceali.

Si tratta di quel lavoro che, nonostante tutto e tante statistiche, c’è per i ragazzi che si sono preparati con discreto impegno e molta concretezza.

Nell’esame non c’è ancora spazio, istituzionale, per i percorsi di alternanza scuola-lavoro, eppure il prossimo anno, quando arriveranno al traguardo degli esami proprio quei ragazzi su cui tanto si sta investendo in risorse e opportunità, bisognerà trovare le forme più adeguate per dare espressione alle loro esperienze e potenzialità. Sarà una bella sfida didattica e professionale.

Il ministero si è dotato intanto di strumenti più adeguati al dialogo con gli studenti, come la pagina Facebook e, ultima novità, il canale Instagram. Peccato che oggi siano inutilizzabili e irraggiungibili, almeno in queste ore, forse perché presi d’assalto dagli utenti che vorrebbero sapere quale sia la materia indicata e da studiare, non per i licei, ma per il loro specifico corso di studi!

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori