Elezioni Albania/ Ezio Greggio e Al Bano fra gli elettori: sono cittadini albanesi

Per le elezioni in Albania potranno votare anche Ezio Greggio e Al Bano Carrisi: ecco la curiosa vicenda

Ezio_Greggio_Michelle_Hunziker_striscia_la_notizia_cs2018
Michelle Hunziker & Ezio Greggio (Striscia la notizia)

Fra coloro chiamati ad esprimere quest’oggi la propria preferenza, durante le elezioni in Albania, vi sono anche due volti noti italiani: Ezio Greggio e Al Bano Carrisi. Proprio così perché come scoperto dai colleghi del Corriere della Sera, il noto conduttore di Striscia La Notizia e La Sai L’Ultima, nonché il famoso cantante pugliese, risultano essere italianissimi ma nel contempo cittadini albanesi con tanto di decreto presidenziale e il riconoscimento delle istituzioni locali. Ecco che quindi i due nomi famosi compaiono nel database ufficiale della Commissione elettorale centrale, con l’aggiunta del nome del papà per distinguerli da eventuali omonimi, leggasi «Ezio Nereo Greggio» e «Albano Carmelo Carrisi». Greggio e Al Bano saranno così invitati ad esprimere la propria preferenza e ad inserire la propria scheda nell’urna, anche se difficilmente i due voteranno.

ELEZIONI ALBANIA: ANCHE GREGGIO E AL BANO FRA GLI ELETTORI

Greggio è diventato un cittadino albanese a tutti gli effetti dal gennaio del 2015, mentre Carrisi l’estate successiva. Lo storico conduttore di Striscia dovrà votare a Tirana, la capitale albanese, presso una scuola elementare e media situata in una via del centro che conduce a piazza Skandaerbeg, mentre Al Bano ha la “residenza” a Valona, e dovrà votare all’istituto scolastico Ataturk. Oltre ai due volti noti dello spettacolo italiano, saranno 3.5 milioni gli albanesi chiamati quest’oggi alle urne, in un clima politico a dir poco incandescente visti i tumulti dei mesi passati; la coalizione di centro-destra ha infatti accusato il governo di stretti legami con la criminalità organizzata e di aver “truccato” le ultime elezioni. Di conseguenza, è giunta la minaccia di «non consentire lo svolgimento delle elezioni», tramite l’assalto delle sedi delle commissioni elettorali. Gli Stati Uniti, l’Ocse e le ambasciate più importanti, come ricorda il Corriere della Sera, hanno invitato l’Albania affinchè «il processo elettorale sia garantito, come il diritto di ogni cittadino a votare».



© RIPRODUZIONE RISERVATA