Enrico Letta/ “Pd federatore del centrosinistra. Anche se abbiamo vinto troppo…”

- Carmine Massimo Balsamo

Enrico Letta dopo la vittoria del Partito Democratico alle comunali: “Da Salvini parole surreali, voto rafforza governo Draghi”

enrico letta
Enrico Letta, segretario del Pd (LaPresse)

«Io non sono felicissimo: abbiamo vinto troppo, quando si vince troppo poi succede qualche casino»: così, ironizzando, Enrico Letta sui risultati positivi ottenuti dal Partito Democratico ai ballottaggi delle elezioni comunali. Intervenuto ai microfoni di Rai Radio 1, il segretario dem ha spiegato: «Bisognava fosse tutto molto contenuto, ora sarà un guaio da gestire».

Tornato serio, Enrico Letta si è soffermato sul problema dell’astensionismo, ma non solo: «C’è il problema di aver eletto tutti sindaci uomini, c’è un maschilismo di fondo: saremo un Paese moderno quando uomini e donne saranno alla pari, la politica è lo specchio della società».

ENRICO LETTA: “PD È RILANCIATO”

Soffermandosi su quest’ultimo punto, Enrico Letta ha spiegato: «Posso dire che la più bella soddisfazione è stata la settimana scorsa quando sulla spinta di una giovane deputata, Chiara Gribaudo, abbiamo approvato una legge sulla parità salariale. Ed è incredibile che si debba approvare una legge per arrivare alla parità salariale, che evidentemente non c’è». Enrico Letta ha poi rimarcato: «Quando si crea una squadra, una giunta o una segreteria, ci si dà delle regole e funziona con la divisione in quote. Quando si deve scegliere una figura apicale, viene fuori tutto il maschilismo strutturale del nostro Paese. Si tratta di un problema gravissimo». L’ex premier ha poi parlato del ruolo del Pd, definito il vero federatore del Centrosinistra: «Il Pd è rilanciato, oggi vince ovunque. Da Salvini parole surreali, voto rafforza governo Draghi»

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA