Enrico Ruggeri “Partita del cuore? Calciomercato in corso”/ “Poi Musicultura per…”

- Silvana Palazzo

Enrico Ruggeri pronto per la Partita del cuore: “Calciomercato in corso”, scherza il cantante. E poi a Francesco Fredella parla di Musicultura: “Grandi ospiti e premi”

enrico ruggeri partita cuore 2019 lapresse 640x300
Enrico Ruggeri alla Partita del cuore (Foto: LaPresse)

Enrico Ruggeri è già pronto per scendere in campo, anche se mancano ancora diverse ore alla “Partita del cuore”, che verrà trasmessa in diretta su Rai1 oggi alle 21:25. Ma la voglia di un assaggio di normalità si unisce a quella di dare un aiuto concreto a chi lavora nel mondo dello spettacolo e della musica, due dei settori penalizzati dall’emergenza coronavirus. Attraverso il numero solidale 45588, attivo fino al 21 settembre, tutti potranno dare il loro contributo. In attesa del match, il cantante si lascia andare a qualche rivelazione riguardo ai cantanti e personaggi della tv che si trasformeranno per una sera in giocatori per una causa benefica. «C’è un vero e proprio calciomercato in corso», ha scherzato Enrico Ruggeri ai microfoni del giornalista Francesco Fredella in diretta su RTL 102.5 Viaradio. In campo anche le donne, come l’amatissima Alessandra Amoroso. «Si stanno preparano al match come dei veri calciatori», ha aggiunto Ruggeri.

ENRICO RUGGERI, DALLA PARTITA DEL CUORE A MUSICULTURA…

Enrico Ruggeri ha spiegato che i “calciatori per una serata”, così come vengono definiti i cantanti e i personaggi del mondo della tv che prendono parte alla “Partita del cuore” stanno già organizzando le squadre in visa dell’appuntamento di stasera. Dopo il match sempre su Rai1 andrà in onda, invece, Musicultura. Anche di questo ha parlato il cantante con il giornalista Francesco Fredella in diretta su RTL 102.5 Viaradio. «Ci saranno grandi ospiti. Premi. Ci sarà ad esempio Francesco Bianconi, Roberto Vecchioni, Massimo Ranieri». Per Ruggeri anche questo è un modo di difendere la canzone d’autore. «La musica d’autore è cambiata. C’erano le brandi band, PFM ad esempio, e poi i cantautori che scrivevano testi meravigliosi, musiche spesso simili e lo spettacolo non c’era». All’estero invece era diverso. E poi nel tempo sono cambiate pure le generazioni. «Vasco Rossi, Pino Daniele, io (mi permettete), poi Silvestri, Bersani. Ora ci sono le nuove leve della musica. Anche loro funzionano», ha concluso Enrico Ruggeri.



© RIPRODUZIONE RISERVATA