Mostra pistola su Snapchat e uccide amico per errore: 15enne si suicida/ Video caricato prima della tragedia

Mostra pistola su Snapchat e uccide amico per errore: un 15enne si toglie la vita con la medesima arma. Il video messo online e inviato ai contatti prima della tragedia

03.01.2019 - Emanuela Longo
Mostra pistola su Snapchat e uccide amico
Accumulatori compulsivi di mail e foto digitali (Pixabay)

Un errore fatale e in pochi minuti la vita di due giovanissimi amici è finita tragicamente. Stava brandendo orgoglioso la sua pistola su Snapchat quando un giovane 15enne ha per sbaglio premuto il grilletto, sparando e uccidendo l’amico 17enne che era con lui. Quindi, non reggendo il peso di ciò che aveva appena commesso, il ragazzino è uscito dalla sua abitazione e si è suicidato usando la medesima arma. La storia, raccontata da Fanpage.it, arriva da Lawrenceville, città degli Stati Uniti situata nello Stato della Georgia e fa riferimento ai drammatici fatti avvenuti  il giorno di Capodanno. Il video caricato su Snapchat mostra Devin Hodges e Chad Carless pochi istanti prima che il 15enne sparasse per errore l’amico di due anni più grande. Chad sarebbe morto quasi sul colpo ancor prima dell’arrivo dei soccorsi e, resosi conto di ciò che aveva appena fatto, in stato di choc Devin sarebbe corso fuori, nel giardino vicino, togliendosi la vita con la stessa pistola proprio mentre giungeva sul posto la polizia.

MOSTRA PISTOLA SU SNAPCHAT, UCCIDE AMICO E SI SUICIDA: DRAMMA NEGLI USA

Il video con gli istanti precedenti alla tragedia e caricato su Snapchat sarebbe stato ricevuto anche da alcuni amici dei due ragazzini morti, tra cui Bralen Bennett, letteralmente sconvolto da quanto accaduto a Capodanno. Solo al risveglio ha appreso della tragica e duplice morte. Il padre del ragazzo ha commentato: “E’ molto triste. Mio figlio andava a lezione con loro e ha ricevuto questo video pochi attimi prima della tragedia”. A ricostruire gli ultimi istanti prima della tragedia è la polizia di Gwinnett che ai media locali ha commentato: “Gli investigatori hanno appreso che uno dei ragazzi, Hodges, stava mostrando al gruppo una pistola quando ha accidentalmente sparato un colpo”. Il proiettile “ha colpito il suo amico, Carless, seduto accanto a lui nel piccolo capannone. Carless ha ceduto alle ferite prima che arrivasse aiuto”. E proprio mentre i poliziotti si stavano recando in soccorso del 17enne, l’amico più giovane sarebbe stato visto correre tra due abitazioni limitrofe per poi suicidarsi. Le due famiglie si sono unite nel dolore dopo l’immane tragedia.



© RIPRODUZIONE RISERVATA