Eurilla del Bono, moglie Giancarlo Giannini/ 33 anni d’amore e 2 figli

- Emanuele Ambrosio

Eurilla del Bono è la seconda moglie di Giancarlo Giannini: un amore importante suggellato dalla nascita di due splendidi figli

L’attore Giancarlo Giannini
L’attore Giancarlo Giannini

Eurilla del Bono è la seconda moglie di Giancarlo Giannini, l’attore, doppiatore e regista protagonista indiscusso del cinema italiano. Anche la moglie Eurilla si è fatta conoscere ed apprezzare proprio come attrice. Classe 1950, Eurilla è nata a Milano e per diversi anni ha lavorato come attrice di cinema, teatro e fiction. Tra i suoi lavori più importanti una menzione particolare merita la serie cult “La Piovra” dove ha condiviso il set con l’attore Michele Placido interpretando il ruolo di Anna Caruso. Non solo, la Del Bono ha ricoperto anche il ruolo di Delfina nella fiction breve “La casa rossa” e ha lavorato al film del 1986 “Il Camorrista”. Poi di lei si sono perse le tracce, visto che ha preferito lasciare il mondo del cinema e dello spettacolo per dedicarsi alla famiglia e ai figli. Nel 1983, infatti, ha sposato in seconde nozze Fabrizio Giannini: un amore importante suggellato anche dalla nascita di due splendidi figli Emanuele e Francesco.

Eurilla del Bono e Giancarlo Giannini:

Eurilla del Bono è la colonna della famiglia Giannini ed è stata vicinissimo al marito in uno dei momenti più difficili della sua vita: la morte del figlio Lorenzo nato dal primo matrimonio con l’attrice e regista Livia Giampalmo. Lorenzo, infatti, è morto nel 1987 per un’aneurisma; una tragedia che ha scosso la vita dell’attore e regista, ma anche del fratello Adriano Giannini che parlando proprio della morte del fratello dalle pagine del settimanale Grazia ha dichiarato: “mio fratello se né andato quando ero in un’età molto delicata. Non sei mai pronto per affrontare una perdita così”. Anche Giancarlo Giannini, dalle pagine del settimanale Io Donna, ha parlato con grande commozione della morte del figlio Leonardo: “per molti la morte di un figlio mette in discussione l’esistenza stessa di Dio. Ti chiedi: perché lui e non me? Ricevetti la notizia mentre giravo a Milano. Presi un aereo, mi precipitai in ospedale, trovai la madre e il fratello disperati. Ero altrettanto disperato, ma cercavo di confortarli dicendo: ‘Guardate, ora lui sta meglio di noi”. Una tragedia che segnato la vita di Giancarlo Giannini: “quando muore un figlio la vita cambia completamente: diventi diverso, spesso affronti le cose con più ferocia. Ma, se uno ha fede, riesce ad andare avanti, ad accettare che così è la vita”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA