EXTRALISCIO, SANREMO 2021/ “In balera si passavano pasticche pensavo fosse droga…”

- Paolo Vites

Per la prima volta grazie agli Extraliscio approda al Festival di Sanremo il made in Romagna e il liscio. La loro musica arriva dalle balere e non solo quella..

Extraliscio e Davide Toffolo
Extraliscio e Davide Toffolo (ph: Luigi Scaffidi)

La paura del Covid sembrava essere entrata al Teatro Ariston, quella paura per cui è stato vietato l’ingresso al Festival di Sanremo del pubblico e tante polemiche ha suscitato. E’ successo quando Moreno Conficconi, detto “Il biondo” stava entrando con il suo gruppo, gli Extraliscio, a fare le prove. Sottoposto a tampone, obbligatorio per tutti partecipanti, era risultato positivo e immediatamente sottoposto a quarantena con tutti i suoi musicisti. Sembrava la fine della loro avventura ma a tampone successivo è invece risultato negativo, uno dei casi di falso positivo che possono accadere. Accompagnati dal cantante dei Tre ragazzi morti, gli Extraliscio con questa combinazione portano a Sanremo una miscela unica: “Sarà la prima volta che il liscio approda in gara a Sanremo” ha commentato in una intervista pubblicata sulla rivista Oggi.

Extraliscio a Sanremo 2021 con il liscio e il sapor di Romagna

Ma anche il punk, vista la presenza di Davide Toffolo. Moreno in realtà è un musicista jazz, altra componente di questo gruppo stellare. Essendo nato in Romagna, racconta, da piccolo andava con i genitori che ballavano in balera. A 16 anni ha cominciato a suonare in un’orchestra di liscio con una banda di anziani, dice ancora, che si passavano pasticche: “Pensavo fosse droga invece erano pillole per la pressione. Solo ma musica unisce così le generazioni”. Per la canzone che presentano a Sanremo, Bianca luce nera, dice di essersi ispirato a un brano che cantava la leggendaria attrice Silvana Mangano nel film Anna. Poi si è diretto sul gruppo famosissimo negli anni 80 di elettro pop i Talk Talk, e quindi ha aggiunto un po’ di liscio: “Al Festival saremo liberi e folli, orgogliosi di essere fuori moda, sul palco saremo in dodici”. Cui sarà da divertirsi dunque. Dopo Sanremo li aspetta un tour nelle balere, chissà come verranno accolti, ma la loro intenzione è di attirare i giovani, dice, “quelli che mai entrerebbe in una balera”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA