Fasma, Parlami/ Dondoni “L’autotune? Il male”, lui “chissà quanti lo porteranno…”

- Mirko Bompiani

Fasma in gara al Festival di Sanremo 2021 con la sua “Parlami”: il giovane nello speciale di Domenica In per rispondere ai giornalisti

fasma domenica in 640x300
Fasma, Domenica In

Fasma con la sua canzone “Parlami” si è esibito oggi a Domenica In nello speciale sanremese post Festival. Anche per lui tanti complimenti da parte di Mara Venier che già lo scorso anno era rimasta molto colpita da lui al punto da volerlo in studio a Domenica In. “Sono molto carico, mi piace cantare. Sono contento e soddisfatto”. Luca Dondoni ha parlato dell’autotune e del modo in cui lo stanno correggendo: “L’anno scorso ero il primo ad averlo portato, l’autotune quest’anno lo hanno portato altri artisti, chissà l’anno prossimo”, ha aggiunto, senza sentirsi offeso dalla domanda. “L’autotrune è il male”, ha chiosato il giornalista. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

NON AL TOP, MA SPERA NEL TELEVOTO

Parlami”, ma se ci riesci, verrebbe da dire. Oggi infatti Fasma è apparso un po’ “affaticato” durante l’esibizione nella finale del Festival di Sanremo 2021. Forse complice l’attesa, visto che è uscito molto tardi, il giovane artista non è sembrato in forma come nelle precedenti esibizioni. La sua però è stata, va detto, un’esibizione intensa ed energica. Qualche imprecisione, dunque, ma quello che ha portato sul palco dell’Ariston è un brano che piace, come dimostrano gli ascolti di questi giorni su tutte le piattaforme, oltre che in radio, quindi può sperare nel televoto per fare un balzo in classifica. (agg. di Silvana Palazzo)

FASMA IN FONDO NELLA CLASSIFICA DI SANREMO

A un anno di distanza dalla vittoria nella categoria “Nuove Proposte”, Fasma è tornato al Festival di Sanremo 2021 con il brano “Parlami”. Il giovane artista al momento è 19esimo nella classifica generale ma con il televoto ha la possibilità di recuperare terreno, considerando l’ampio seguito tra i più giovani. Uno dei siparietti più singolari di questo Festival ha coinvolto proprio il 24enne: nella serata di giovedì è stato costretto a interrompere la sua esibizione a causa di un malfunzionamento fonico, ricominciando l’esibizione con Nesli ne “La fine”.

Tra rock e pop – accompagnato da GG e dal chitarrista Red, diretto dal maestro Enrico Melozzi – Fasma è riuscito a conquistare ampi consensi con il suo brano ma anche per il suo stile. Il marchio che veste il cantante è quello di Dolce & Gabbana, che per lui ha pensato diverse mise per le quattro serate che lo hanno visto protagonista sul palco dell’Ariston.

FASMA, I BUONI RISCONTRI PER “PARLAMI”

Fasma è dunque ritornato quest’anno al Festival di Sanremo con una rock ballad che mescola cantautorato rap, archi e chitarre elettriche. Il brano è stato prodotto dall’immancabile compagno di avventure GG ed è destinato a fare il pieno di vendite. Ricordiamo che il suo precedente brano, “Per sentirmi vivo”, ha raccolto un doppio disco di platino. Ma non è tutto: recentemente ha diffuso il “suo” “Manifesto per la tutela dell’arte”, «una vera e propria carta in cui vengono elencati i principi per la tutela del rapporto tra arte, artisti e terzi mediante 14 articoli».

Fasma è pronto per la sua ultima esibizione sul palco dell’Ariston e può contare sugli ampi consensi ottenuti sul web, ecco qualche giudizio: «Ma Fasma così basso in classifica con una canzone scritta e costruita benissimo?! Ma stanno scherzando?! Ma io non ho parole», «Posso dire secondo me anche la canzone di Fasma molto sottovalutata », «Fasma che canta con occhi chiusi, tremando e con i respiri strozzati dall’emozione. Che dire, è così piccolo ma anche così grande su quel palco che ogni sera conquista sempre di più».

© RIPRODUZIONE RISERVATA