Fauci “Entro fine anno vaccino covid ai bambini”/ “Italia? Forse aperture premature”

- Davide Giancristofaro Alberti

Anthony Fauci annuncia la somministrazione del vaccino anti covid anche ai bambini dai 4 anni in su: “Entro la fine dell'anno o al massimo entro i primi tre mesi del 2022”

anthony fauci astrazeneca Anthony Fauci (Foto: YouTube)

Anche i bambini saranno vaccinati contro il covid entro la fine dell’anno, o al massimo entro i primi tre mesi del 2022. Parole di Anthony Fauci, massimo virologo degli Stati Uniti, nonché consulente della Casa Bianca per l’emergenza Covid. Oltre oceano puntano ad una vaccinazione di massa che comprenda anche i minori, e dopo aver già fatto scattare le vaccinazioni degli under 16 con Pfizer (da noi l’ok dell’Ema è atteso il prossimo 28 di maggio, fascia 12-15 anni), entro la fine di quest’anno verranno vaccinati anche i bambini fra i quattro e i sei anni.

Fauci ha inoltre confessato che sarà inevitabile un richiamo a distanza di un anno dal vaccino, “Perché la protezione contro il Coronavirus non è generalmente simile al morbillo”. Ieri mister Fauci è stato raggiunto dall’ambasciatore italiano a Washington, Armando Varricchio, per insignirlo della più alta onorificenza del nostro Paese, leggasi quella di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e nell’occasione lo stesso virologo ha regalato qualche consiglio allo stivale. Secondo lo stesso “Il tasso del 15% di persone completamente vaccinate in Italia è un buon punto di partenza ma in Usa non sarebbe sufficiente per cambiare le linee guida sulle restrizioni”.

FAUCI: “VACCINI ANTI COVID AI BAMBINI, IMMUNITA’ DI GREGGE UN MISTERO”

Di conseguenza l’Italia avrebbe aperto con troppa fretta, anche se fino ad oggi i numeri stanno dando ragione alle mosse del governo Draghi. Resta comunque il fatto che “la gravità della pandemia varia da Paese a Paese e quindi è difficile dare giudizi uniformi, le risposte variano anche all’interno degli stessi Paesi”. Sull’immunità di gregge Fauci non regala certezze, specificando che “non si conosce ancora la soglia dell’immunità di gregge perché si tratta della prima pandemia di questo virus”, mentre in merito al Green Pass, il famoso passaporto vaccinale che fa da lasciapassare per spostarsi liberamente, il virologo si è detto contrario, ma lasciando comunque ad ogni realtà la possibilità di fissare le proprie regole come ad esempio stanno facendo compagnie aeree o università, che richiedono l’immunizzazione.





© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultime notizie di Sanità, salute e benessere

Ultime notizie