Fedez chiede di essere ascoltato in Vigilanza Rai/ Barachini “Caso senza precedenti”

- Anna Montesano

Fedez ha rischiesto di essere ascoltato in Vigilanza Rai sul contenzioso con la Rai legato al Concertone del Primo Maggio.

fedez concerto rai3 640x300
Fedez al Concerto del Primo Maggio

Direttamente dal portale dell’Ansa, che ha appreso la notizia da fonti parlamentari di maggioranza, arrivano aggiornamenti sul caso del Concertone del 1 Maggio che ha avuto come protagonista Fedez. La fonte annuncia infatti che “Il cantante ha chiesto infatti di essere sentito in commissione di Vigilanza sulla Rai, dopo l’audizione del direttore di Rai3 Franco Di Mare sul concertone del primo maggio.” Il rapper avrebbe dunque scritto al presidente della Vigilanza Rai, Barachini, per chiedere, essendo stato nominato, “costantemente, sia dagli onorevoli intervenuti, che dal direttore Francesco Di Mare”, di essere udito per esporre la sua versione sui fatti avvenuti”. “Un caso senza precedenti”, ha commentato allora Barachini, come ruporta l’Adnkronos, “Sottoporrò, quindi, tale richiesta alla Commissione e chiederò a lui se esistono elementi ulteriori sul caso”, ha aggiunto.

Fedez, la Rai e il caso del Concertone del primo maggio

Ricordiamo che i fatti risalgono al Concertone del 1° Maggio. Fedez, nell’occasione, attaccò Lega e Rai facendo scoppiare una vera e propria bufera. In seguito il cantante affermò che la tv di stato aveva in parte censurato il suo discorso pubblicando un video con la chiamata incriminata. Nel filmato Fedez afferma, tra le altre cose, che: «La Rai smentisce la censura. Ecco la telefonata intercorsa ieri sera dove la vice direttrice di Rai 3 Ilaria Capitani insieme ai suoi collaboratori mi esortano ad “adeguarmi ad un SISTEMA” dicendo che sul palco non posso fare nomi e cognomi». Una vicenda ancora calda che ha portato ad un vespaio di polemiche oltre alle opinioni di vari esponenti politici e non. Vedremo se il prossimo passo chiarirà definitivamente una vicenda intrigata.



© RIPRODUZIONE RISERVATA