Francesca Mozer, compagna Zucchero/ “Stiamo insieme da tanti anni”

- Emanuele Ambrosio

Francesca Mozer è la compagna di Zucchero. Un amore importante basato sulla fiducia come ha raccontato l’artista: “mi lascia libero quando ne ho bisogno”

Francesca Mozer, compagna Zucchero

Francesca Mozer è la compagna di Zucchero, il cantautore emiliano conosciuto e acclamato in tutto il mondo. Un amore importante e consolidato quello tra l’artista e la sua seconda moglie basato sulla fiducia reciproca e sul rispetto degli spazi e della libertà. Dal 1992, infatti, Francesca e Anselmo Fornaciari sono felicemente innamorata, anche se per l’artista si tratta delle seconda moglie. In passato Zucchero è stato sposato con Angela Figliè, la madre delle sue due figlie Irene e Alice. Dopo la fine del matrimonio l’incontro con Francesca e nuovo grande amore suggellato anche dalla nascita del terzo figlio Adelmo Blue.

“Stiamo insieme da tanti anni – ha dichiarato qualche anna fa l’artista a Vanity Fair -. Parla cinque lingue, le piace seguirmi quando le chiedo di seguirmi e mi lascia libero quando ho bisogno di essere lasciato libero. L’altra, la mia ex moglie, è stata molto crudele con me, ma per gelosia, una gelosia tremenda”. Non solo, Zucchero si è lasciato scappare qualche parola anche sul primo matrimonio: “fa piacere a tutti essere desiderati, voluti. Ma noi ci siamo sposati giovanissimi, e questo spiega quasi tutto. Non avevamo soldi, arrivavo tardi a casa, raschiavo il buio, era un massacro. Eppure io avrei sopportato, non avrei mai sciolto la famiglia”.

Zucchero sulla moglie Francesca Mozer: “è la mia ispirazione”

Ma chi è Francesca Mozer, la compagna di Zucchero? Close 1968, Francesca è nata a Pietrasanta, in provincia di Lucca, ma è cresciuta a Fiascherino, in provincia di La Spezia. Nel 1992 l’incontro con Zucchero e da allora la sua vita è cambiata per sempre: il grande amore, il matrimonio e la nascita di un figlio. Il legame tra Francesca e Zucchero è davvero speciale e più volte la sua donna è stata fonte di ispirazione per l’artista come ha raccontato: “diciamo che, se devo scrivere di un amore sofferto, non posso che pensare a lei. Uno deve pur prendere ispirazione da qualche parte”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA