FRANCO, ACCUMULATORE SERIALE/ Sindaco Caserta “non dà il consenso ad entrare in casa”

- Emanuela Longo

Franco, accumulatore seriale sepolto dai rifiuti come Umberto: il caso a Pomeriggio 5, parlano i condomini che smentiscono il sindaco

franco accumulatore pomeriggio5
Franco, accumulatore seriale (Pomeriggio 5)

L’inviata di Pomeriggio 5 che si sta occupando del caso di Franco, l’accumulatore seriale della provincia di Caserta, ha sentito il sindaco che ha spiegato: “La casa è un nervo scoperto, è necessario per intervenire nell’abitazione il consenso della persona interessata che però non ci fa entrare. Il comune ha garantito in passato la fornitura di energia elettrica. C’è stato poi un incidente di percorso perchè c’è stato un furto di energia elettrica per cui è stata staccata. Prende il reddito di cittadinanza e rischierebbe di decadere se il Comune dovesse intervenire per sostenere il costo dell’energia elettrica”. A non essere dello stesso parere gli stessi condomini, intervenuti in diretta per commentare: “Non è vero che c’è stato un furto di energia ma è stata staccata non pagando la fornitura. Perchè allora non sono intervenuti con le forze dell’ordine per fare chiarezza? A noi non risulta”. Intervistato anche il fratello di Franco, Gaetano, che ai microfoni di Pomeriggio 5 si è limitato a commentare: “Io non ho niente da dire, grazie!”. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

DOPO UMBERTO NUOVA RICHIESTA DI AIUTO

Dopo il caso di Umberto da Bari, Pomeriggio 5 torna ad occuparsi di un altro caso con protagonista un uomo, Franco, accumulatore seriale di Pietramelara, in provincia di Caserta. I condomini hanno chiesto aiuto alla trasmissione di Barbara d’Urso per tentare di far fronte ad una situazione difficile che, esattamente come era accaduto per l’uomo pugliese, sta mettendo in difficoltà diverse persone, a partire dall’uomo che vivrebbe letteralmente sommerso dai rifiuti che accumula nel suo appartamento. La famiglia che ha denunciato il caso alla trasmissione di Canale 5, ha lamentato la forte puzza proveniente dalla casa di Franco. A nulla sarebbe servita la richiesta di intervento sei servizi sociali avanzata al Comune. Solo dopo che Pomeriggio 5 ha acceso i riflettori sul caso, il sindaco di Pietramelara ha fatto sapere di voler approfondire la vicenda. Oggi, la trasmissione torna ad occuparsi del caso che vede l’uomo protagonista – attualmente in ospedale – vivere in un appartamento pieno di rifiuti senza acqua né luce. Un grande disagio per lui e per coloro che vivono nel medesimo condominio e che si domandano come mai nessuno sia in grado di aiutarlo.

FRANCO, ACCUMULATORE SERIALE SEPOLTO DAI RIFIUTI

I condomini in collegamento con Pomeriggio 5 sono molto arrabbiati con Franco, attualmente in ospedale. Da qualche mese la situazione sarebbe peggiorata sempre di più al punto da definirla “peggio del caso di Umberto”. L’inviata Giorgia Scaccia si è occupata del caso e ha cercato di capire qual è l’attuale situazione di Franco: “è ancora ricoverato in ospedale ma per la privacy non hanno spiegato le condizioni, ed anche i condomini si sono preoccupati”, ha spiegato alla padrona di casa. Ad intervenire proprio i condomini che hanno aggiunto: “Non possiamo aprire le finestre perchè sale puzza, ogni volta che scendiamo le scale devo mettermi le mani davanti alla bocca perchè si sviene quasi”. Un’altra donna, mamma di tre bambini ha commentato: “Il problema non è solo la casa, è anche lui che puzza, si cambia una volta l’anno e non può lavarsi perchè gli hanno chiuso l’acqua e non ha la corrente elettrica”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA