Fujimori fece sterilizzare 270mila donne/ Choc in Perù “Violazione diritti umani”

- Davide Giancristofaro Alberti

Sono gravissime le accuse nei confronti di Alberto Fujimori, ex presidente del Perù: avrebbe sterilizzato forzatamente 270mila donne peruviane

como
Pixabay

E’ iniziato il processo nei confronti dell’ex presidente del Perù, Alberto Fujimori. L’ex capo di stato del paese sudamericano è accusato, assieme ad altri funzionari del suo stesso governo, di aver sterilizzato in maniera forzata migliaia di donne, per lo più indigene, del suo Paese. Come riferisce il portale France24.com, si stima che circa 270.000 peruviane siano state sottoposte ad un intervento chirurgico per “legare” le tube di Falloppio, di modo che le stesse non potessero avere più figli.

Un’operazione rientrante nel cosiddetto “Programma di salute riproduttiva e pianificazione familiare”, avviato durante gli ultimi quattro anni in cui Fujimori era al potere. Alla sbarra, oltre all’ex presidente, anche tre ex suoi ministri della salute secondo cui il pubblico ministero Pablo Espinoza “hanno fatto molto male con le loro politiche”. Il pm ha quindi aggiunto che gli accusato “hanno giocato con la vita e la salute riproduttiva delle persone, senza preoccuparsi dei danni”

FUJIMORI, GRAVISSIME ACCUSE: “LESIONI GRAVI E VIOLAZIONE DEI DIRITTI UMANI”

Fujimori, che sta già scontando una condanna a 25 anni per crimini contro l’umanità commessi durante la sua presidenza in Perù iniziata nel 1990 e conclusasi nel 2000, non ha preso parte all’udienza, tenutasi in virtuale per le misure anti covid. Gli imputati sono accusati di essere “autori indiretti di danni alla vita e alla salute, lesioni gravi e gravi violazioni dei diritti umani” verso donne che sono state sterilizzate in maniera chirurgica fra il 1996 e il 2000. Fra le varie donne vittime di questa pratica barbara anche una 19enne, che nel 1997 portò il suo bambino in una clinica per essere vaccinata, ma che venne poi legata dai soldati. Un’altra donna, invece, è morta nel marzo del 1998 dopo essere stata sottoposta alla stessa procedura. La pratica della sterilizzazione delle donne è purtroppo spesso in voga nei paesi sottosviluppati, e recentemente sono state mosse delle accuse nei confronti della Cina, che avrebbe sterilizzato le donne islamiche residenti nella regione degli Uiguri. Non vi è invece alcuna correlazione fra il vaccino anti covid e la sterilizzazione, trattasi solo di una fake news circolante nelle ultime settimane.



© RIPRODUZIONE RISERVATA