Furia Kyrgios racchetta spaccata!/ Video, impazzisce di nuovo: sputi al giudice!

- Michela Colombo

Nick Kyrgios furia a Cincinnati 2019, video. Il tennista australiano impazzisce di nuovo: racchette spaccate e insulti e sputi verso i giudici.

Nick Kyrgios torna a fare parlare di sé e ancora una volta non in maniera positiva: ormai ci abbiamo fatto quasi il callo alle sfuriate e ai colpi di testa del tennista australiano, eppure ogni volta è capace di sconcertare il pubblico degli appassionati. L’ultima scenata è solo della scorsa notte italiana, quando sul cemento dell’Ohio erano in corso gli ultimi incontri per il quarto turno del torneo Master 1000 di Cincinnati e Kyrgios stava affrontando  il russo Khachanov. Il match pareva perfettamente alla portata del tennista australiano e tutto stava proseguendo entro i soliti confini, almeno fino al secondo set. Dopo un primo parziale vinto al tiebreak per 7-6 infatti Kyrgios ha di nuovo perso la testa, prendendosela con giudice di sedia e poi pure anche le sue racchette (ne distruggerà due prima di lasciare il campo e lasciare la vittoria al russo).

FURIA KYRGIOS VIDEO: GLI INSULTI AL GIUDICE

Come si vede nel video, a far saltare la mosca al naso a Nick Kyrgios è stato prima di tutto il giudice di sedia Fergus Murphy “colpevole” a suo dire di aver fatto partite troppo in anticipo il cronometro dei 25 secondi. Da qui il commento caustico dell’australiano prima di andare al servizio: “Trovami un video in cui Rafa gioca così velocemente e chiudo la bocca per sempre”. Ma non è bastato e perso il secondo set, il tennista Aussie chiede un Toilet Break, dove in realtà non ha fatto  altro che spaccare un paio di racchette e andarsene negli spogliatoi. Richiamato in campo dopo un avvertimento, ecco che Kyrgios dà l’ultimo show urlando contro i giudici: “E’ una barzelletta” e continuando a  rivolgere improperi verso l’arbitro, con cui si era già scontrato praticamente per tutto il match. A chiudere la vicenda altre bottigliette lanciate e insulti di vario genere, oltre che sicure penalità da parte dell’ATP, che di certo si esprimerà nei confronti di Kyrgios, recidivo in tali comportamenti. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA