Gemma Galgani contro Armando Incarnato/ Uomini e Donne: “ti attacchi al muro con me”

- Stella Dibenedetto

Gemma Galgani contro Armando Incarnato a Uomini e Donne dopo la sfilata: “con me ti attacchi al muro”. Scoppia la lite.

gemma galgani min 640x300
Gemma Galgani a Uomini Donne

Gemma Galgani continua ad essere la grande protagonista di Uomini e Donne e dopo la sfilata femminile si scaglia contro Armando Incarnato, reo di averle dato 5. Il cavaliere napoletano, dopo aver assistito alla lite tra Gemma e Barbara De Santi, chiede la parola a Maria De Filippi per spiegare il suo voto scatenando la dura reazione della dama di Torino. “Mi ha rimproverato per il cinque“, esordisce Armando dopo aver ricevuto il permesso di parlare da Maria De Filippi. “Non ho rimproverato” – si difende subito Gemma che, di fronte all’atteggiamento del cavaliere, aggiunge – “senti Armando, con me non attacca. Io ti ho detto ti ringrazio del cinque, ne sono lusingata. Non dare a Maria un’altra versione”. Armando, però, non ci sta e le ricorda di averle sempre dato voti alti. “Se io con te non attacco, neanche tu con me attacchi”, aggiunge ancora Armando. “Io voglio attaccarmi con te? Ti attacchi al muro con me”, sbotta Gemma.

GEMMA GALGANI CONTRO ARMANDO INCARNATO A UOMINI E DONNE

Armando Incarnato non accetta l’attacco di Gemma Galgani. “Ti ho sempre dato otto e dieci”, spiega il cavaliere che poi giustifica il suo cinque – “ha una motivazione. Non mi è piaciuta la sfilata. Io non ti credo più perchè non ho capito se ci sei o ci fai“, dice Armando. “Tu sei un ottimo ballerino, balli bene e hai delle ottime ballerine”, replica ancora Gemma nel tentativo di difendere la sua performance. Gemma, poi, si scaglia contro Barbara De Santi che difende il cavaliere napoletano. Incarnato, poi, si rivolge direttamente a Sirius: “se scoppia l’amore cosa farai quando vorrai una famiglia”, chiede ancora il cavaliere napoletano. “Cominciate a pensare a quello che fate voi“, conclude la dama di Torino infastidita dai tanti commenti sulle sue scelte.



© RIPRODUZIONE RISERVATA