Ghiacciaio Marmolada, testimone “La gente volava”/ “Rumore che non si può descrivere”

- Davide Giancristofaro Alberti

La testimonianza di Elisa Dalvit, donna che si trovava sul ghiacciaio della Marmolada durante la tragica valanga di ieri che ha coinvolto una trentina di persone

marmolada 2022 c5 640x300
Una testimone del disastro della Marmolada a Morning News

Tragica testimonianza a Morning News, quella di Elisa Dalvit, una testimone oculare di quanto avvenuto ieri pomeriggio sulla Marmolada, il seracco enorme di ghiaccio che si è staccato travolgendo alcune persone in cordata. “Io ero in cordata con altre quattro persone – ha raccontato in diretta tv la ragazza, in lacrime ed emozionata – l’abbiamo vista da sopra, eravamo più in alto, abbiamo sentito un rumore, un rumore che non si può descrivere, poi lo stacco e le persone che volavano, non si può parlare di questa cosa, c’erano le persone che urlavano “via via” ma non si poteva fare nulla”.

Quindi la testimone ha spiegato: “Noi siamo rimasti immobili, abbiamo chiamato i soccorsi, abbiamo pensato di scendere dall’altra parte per non intralciare i soccorsi”. Secondo Elisa Dalvit sarebbero decine le persone coinvolte: “Sicuramente una trentina di persone coinvolte, visivamente parlando. Abbiamo parlato in cima al rifugio e ci hanno detto che è un periodo dove c’è gente tutti i giorni, le guide alpine non sono delle persone incoscienti, ieri c’era un papà con un bimbo di 9 anni, una guida alpina che è un papà d’oro e orgoglioso di suo figlio e un papà orgoglioso non porta il figlio a morire”.

GHIACCIAO MARMOLADA, VALERIO ROSSI ALBERTINI: “SONO 25 ANNI CHE LO DICIAMO…”

In collegamento con il programma di Canale 5 anche Valerio Rossi Albertini, divulgatore scientifico, fisco e accademico, in collegamento con Morning News commenta: “Sono 25 anni che lo stiamo predicando, che la situazione sta mutando, che quelli che prima erano semplici cambiamenti climatici ora sono sconvolgimenti, c’è un caos che investe soprattutto le alte quote, il fatto che lo zero termico, il punto in cui il ghiaccio rimane tale, sta salendo sempre di più, e non è un problema solo delle Alpi, anche dell’Himalaya”.

“Se uno guarda lo storico – ha proseguito il fisico Valerio Rossi ALbertini descrivendo la tragedia della Marmolada – come diceva la guida alpina, non si è mai verificato questo fenomeno ma bisogna entrare in una nuova ottica, ora inizieranno ad accadere cose mai avvenute in passato. Tre anni fa una tempesta nell’alto Veneto ha prodotto l’abbattimento di milioni di alberi, una tempesta tropicale mai avvenuta prima, ed è successo, dobbiamo entrare in questa ottica, si ripeteranno sempre più spesso fenomeni mai visti prima”.





© RIPRODUZIONE RISERVATA