Giornate Nazionali Guide Aigae/ 2 giugno alla riscoperta dei piccoli borghi d’Italia

Giornate Nazionali Guide Aigae 2019: il 2 giugno, in concomitanza con la Festa della Repubblica e la Giornata dei Piccoli Borghi, va in scena un evento unico che unisce tutto il Paese

Aigae, il logo
Aigae, il logo (Web, 2019)

Le Giornate Nazionali delle Guide Aigae taglia nel 2019 il traguardo della quarta edizione e, in concomitanza con la Festa della Repubblica del prossimo 2 giugno, organizza una serie di eventi in tutto il Paese che si concluderà simbolicamente proprio domenica prossima in occasione della ricorrenza che abbraccia idealmente tutto lo stivale e in cui si tiene anche la Giornata dei Piccolo Borghi. L’associazione che raccoglie tutte le guide ambientali ed escursionistiche del nostro Paese organizza infatti questo evento in collaborazione non solo con Legambiente e con A.Mo.Do., ovvero l’Alleanza per la Mobilità Dolce (con le sue iniziative in programma per la primavera) ma assieme ad altre sigle ed enti locali che da anni sono molto attivi sul fronte di un turismo ambientale che non solo tuteli il patrimonio italiano ma che sia anche improntato infatti alla eco-sostenibilità.

LA GIORNATA NAZIONALE 2019

Il programma delle Giornate Nazionali delle Guide Aigae si chiuderà domenica 2 giugno dopo circa 150 escursioni su tutto il territorio nazionale sull’onda dell’hashtag #Camminatura e che nei giorni scorsi sono state presentate da Davide Galli, presidente nazionale dell’Associazione: come accennato, la data è simbolica dal momento che coinciderà non solo con le celebrazioni a Roma per la Festa della Repubblica ma anche perché coincide con la Giornata dei Piccoli Borghi organizzata quest’anno ancora da Legambiente e volta a riscoprire quell’Italia più nascosta e fatta da tanti piccoli paesini in cui il tempo si è fermato, ma dove proprio nel corso del tempo si sono succeduti diversi popoli e culture (dai Romani agli Etruschi, passando per gli Arabi, fino ad arrivare a Normanni e Bizantini), la cui presenza si è pian piano stratificata: borghi dove è possibile respirare, e assaporare, i gusti di una volta e dove i vecchi mestieri sopravvivono ancora. Insomma, un degno modo di concludere oltre una settimana di eventi sotto l’egida Aigae che con le sue guide sta facendo riscoprire alcuni angoli del territorio nazionale a famiglie e bambini con escursioni gratuite e aperte a tutti.

ALCUNI DEI BORGHI DA RISCOPRIRE

In occasione della Giornata Nazionale dei Piccoli Borghi, l’Aigae ha in programma una serie di appuntamenti che, a macchia di leopardo, toccheranno tutta l’Italia, da Nord a Sud, e in cui la scoperta dei piccoli centri si accompagnerà a momenti di semplice trekking in cui, senza faticare, ci si godrà semplicemente il paesaggio e in molti casi anche degli scenari ancora incontaminati. Ad esempio c’è a Firenze l’evento che riguarda l’Anello del Rinascimento da Galluzzo alla città del Giglio, sullo sfondo dei colli fiorentini, come pure la passeggiata a Caldarola, nella Marche, in quella che è la Terra dei Castelli su cui un tempo dominavano i signori di Camerino e che oggi propone una escursione tra borghi antichissimi. E ancora, sempre il 2 giugno, una passeggiata tra i murales del borgo di Braccano, sempre nel Maceratese, con tappa nell’abbazia abbandonata di Roti; e segnaliamo ancora infine la suggestiva camminata alla scoperta del borgo di Prizzi, sui monti Sicani (una catena montuosa della zona centro-meridionale della Sicilia), tra vicoli stretti e delle scalinate ripide sulle tracce di bizantini e normanni che qui un tempo dettavano legge.

© RIPRODUZIONE RISERVATA