GIULIA CAPRARO/ A Italia Si contro il randagismo: “aiutare i cuccioli è un dovere”

- Emanuele Ambrosio

Giulia Capraro di Sciacca è una sedicenne che combatte il randagismo: a Italia Si di Marco Liorni per condividere la sua causa

Giulia Capraro di Sciacca, Italia Si

Giulia Capraro di Sciacca è una delle protagoniste della nuova puntata di Italia Si, il programma condotto da Marco Liorni su Rai1. Giulia è una giovanissima ragazza con una grandissima passione per gli animali; un passione che l’ha spinta a dedicarsi a loro, a salvarli dalla strada e a combattere il randagismo. Un impegno costante quello di Giulia che, invece di proporre sui social outfit e serate in discoteca, condivide foto di piccoli animali a quattro zampe che ha salvato per le strade regalando loro una nuova vita. Giulia si dedica a loro in tutto in modo di “riabilitarli” per renderli adottabili. A Italia Si la ragazza è pronta a salire sul podio per raccontare la sua storia di coraggio e di amore.

Giulia Capraro: “aiutare gli animali è un dovere”

La giovane ragazza ha rilasciato una lunga intervista video a Fanpage.in in cui ha raccontato la sua lotta contro il randagismo. “Le persone pensano che aiutare animali in difficoltà sia un’opzione, in realtà non è un’opzione è un dovere. Io non riuscirei a continuare a vivere sapendo di aver ignorato un animale in difficoltà, un lamento o un miagolio. Se vedo un animale abbandonato e non lo aiuto è come se lo riabbandonassi” ha detto Giulia Capraro che ha dedicato di dedicare la sua vita agli animali. “Sto dedicando la mia vita ad animali che hanno bisogno e vengono abbandonati da persone. Sento il bisogno di aiutarli, mi sento collegata con loro. Quando trovo un animale è come se incrociando il suo sguardo, è come se le nostre vite si incontrassero” ha detto la 16enne di Sciacca.

Giulia Capraro: “Ho bisogno di aiuti costanti”

La lotta al randagismo e la salvaguardia degli animali abbandonati richiede non solo tempo ed impegno, ma anche disponibilità economica. Per questo motivo Giulia Capraro di Sciacca, diventata oramai un punto di riferimento per le associazioni, ha lanciato un appello alle telecamere di FanPage.it: “Avrei bisogno di aiuti costanti, per vaccini, microchip, per la sterilizzazione e per lo stallo oppure per farli partire. Mi servirebbero croccantini, scatolette, coperte, latte sia per cuccioli che altri. Possono contattarmi su Facebook, nel profilo c’è il mio indirizzo e tutto”. La sedicenne, parlando dei suoi amici a quattro zampe, ha detto: “Penso che le persone dovrebbero rendersi conto che non siamo la specie migliore su questa terra, che non siamo così importanti e superiori, perché per come si comportano sono anche migliori di noi”. Infine sulla lotta randagismo è convinta di una cosa: “Bisogna sconfiggere il randagismo quindi continuare sterilizzare. Per chi non li ama spero possano pentirsi e cambiare idea. Penso che il cambiamento possa essere fatto anche dal singolo individuo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA