Giulia Diana, fidanzata Ghemon/ Dal sedere rifatto alla dedica: “Sei tu che..”

- Hedda Hopper

Giulia Diana, fidanzata Ghemon, chi è e cosa fa nella vita? Lui sul palco oggi dopo le scherzo de Le Iene con il lato B da rifare, i due ex amici innamorati e…

giulia diana fidanzata ghemon 640x300
Giulia Diana, fidanzata di Ghemon - Foto Instagram

Chi non ha avuto modo di conoscere Giulia Diana come storica compagna di Ghemon significa che non ha avuto modo di seguire la vita del cantautore rivelazione dell’ultimo Sanremo 2021 ma, soprattutto, non si è gustato lo scherzo che le Iene hanno organizzato contando sul suo appoggio. Poco prima della partecipazione di Ghemon al Festival di Sanremo 2021 con il brano Momento perfetto, proprio la compagna ha deciso bene di partecipare allo scherzo confessandogli l’intenzione di volersi rifare il sedere. Inutile dire che a quel punto Ghemon, oggi sul palco del Concerto dell’1 Maggio, è andato in crisi. Per farsi perdonare la stessa ha poi postato uno dei loro ‘pochi scatti social’ insieme con tanto di bacio e dedica: “Perchè tu sei il mio amore”, scrive la manager. Chi li conosce sa bene che la storia d’amore quella tra Ghemon e Giulia nata da un’amicizia e che tutto è cambiato una sera, si sono guardati confessandosi i reciproci sentimenti. “Era una delle mie migliori amiche, una sera ci siamo guardati negli occhi e ci siamo detti: ‘Io ti amo e tu? Ti amo anch’io’“.

Dall’amicizia all’amore con Ghemon passando dallo scherzo del Lato B da rifare

A raccontarlo è stato lo stesso Ghemon che in un’intervista a Vanity Fair nel 2018 ha spiegato il ‘clic’ che ha trasformato la loro amicizia in amore e da allora non si sono più lasciati. Ma chi è Giulia Diana e cosa fa nella vita? Appassionata di tattoo e vegana convinta, originaria di Latina, la fidanzata di Ghemon si occupa di organizzazioni di eventi e lei stessa ama definirsi “naturalizzata napoletana”. Nella vita non si occupa di eventi e gestisce anche il suo sito SEITANfoFICA in quanto attivista e vegana convinta. Suo grande amore? I tatuaggi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA