Grand Tour, Lorella Cuccarini/ Anticipazioni 23 agosto: flop, lo show chiude oggi..

- Anna Montesano

Grand Tour, Lorella Cuccarini chiude lo show questa sera, 23 agosto, anticipatamente con un doppio appuntamento per il flop di ascolti

Lorella Cuccarini (Instagram, 2018)
Lorella Cuccarini (Instagram, 2018)

Grand Tour, programma condotto da Lorella Cuccarini, non ha convinto il pubblico. Un flop in termini di ascolti ha portato la Rai a decidere di chiudere il programma prima del previsto. Il programma doveva infatti concludere il 30 agosto, ma è stato deciso di mettere insieme due puntate, il 23 agosto, con la messa in onda in prima e seconda serata. Il pubblico di Rai 1 non ha esaltato, riguardo l’auditel, una trasmissione che ha perso consensi nel corso delle puntate. Se la partenza aveva riscontrato un riscontro abbastanza positivo con 2.038.000 spettatori pari al 12.4% di share, gli altri due appuntamenti hanno fatto registrare rispettivamente il 9.2% e 9.8%. La Rai, tramite un comunicato, ha comunque spiegato che non si tratta di una chiusura anticipata ma di una semplice decisione nell’accorpare le ultime due. Magari un piccolo stratagemma per nascondere la decisione reale?

Grand Tour, doppia puntata per la chiusura anticipata

Le ultime due puntate di Grand Tour inizieranno il loro viaggio sulle spiagge orientali dell’Ogliastra sino ad Alghero, sulla costa occidentale, fino ad arrivare in Sardegna. La Cuccarini racconta l’arcipelago della Maddalena e l’isola dal mare illustrando il mare di Sardegna. Angelo Mellone, invece, si occuperà delle zone più interne, attraversando l’isola a piedi e raccontando il fulcro antico della terra. Passando dal Supramonte al Golgo, dalla Barbagia al Gennargentu, Angelo incrocerà nel suo cammino Peppone Calabrese assistendo alla celebrazione di un classico matrimonio sardo. In serata invece si parlerà dalle ville sulla Riviera del Brenta passando per le Dolomiti. Grand Tour terminerà il suo percorso in Veneto. Il tema di questa puntata è la sublimazione della bellezza, la celebrazione della natura incontaminata e, soprattutto, il ricordo di quanti combatterono e caddero nel corso della prima Grande Guerra.



© RIPRODUZIONE RISERVATA