Gratta e vinci, “tabaccaio” Napoli registrato da nipote anziana/ “Dammi metà vincita”

- Alessandro Nidi

Gratta e vinci rubato a Napoli, parrebbe aggravarsi la posizione del “tabaccaio”, Gaetano Scutellaro: una registrazione lo inchioderebbe e confermerebbe la tentata estorsione

gratta e vinci 640x300
Gratta e vinci (Morning News, 2021)

Gratta e vinci, parrebbe aggravarsi la posizione del “tabaccaio” di Napoli, Gaetano Scutellaro (57 anni), accusato di avere sottratto il tagliando vincente da 500mila euro a un’anziana donna presso una tabaccheria di via Materdei, nel capoluogo partenopeo. Infatti, stando a quanto è filtrato nelle ultime ore, l’uomo si sarebbe messo in contatto con lei, proponendole la restituzione del biglietto in cambio della spartizione al 50% del maxi-premio da circa un miliardo di vecchie lire. Tuttavia, il nipote della signora sarebbe riuscito a registrare la conversazione telefonica, nella quale risulterebbe chiaramente la tentata estorsione da parte di Scutellaro, già sottoposto a fermo dai carabinieri e attualmente in carcere a Santa Maria Capua Vetere (Caserta).

Come spiegano le principali fonti d’agenzia, il contatto fra i due sarebbe avvenuto a 48 ore di distanza dalla fuga del “tabaccaio”. La donna avrebbe chiesto aiuto al nipote per gestire questa situazione, decisamente più grande di lei (e, forse, di chiunque altro). A quel punto, il ragazzo avrebbe accettato di dare una mano alla zia, installando sul proprio smartphone un’applicazione utile a registrare le telefonate, che avrebbe funzionato alla perfezione anche al momento della chiamata di Scutellaro.

GRATTA E VINCI, IL TENTATIVO DI ESTORSIONE: “I SOLDI CI SONO E SONO TANTI…”

Stando a quanto scritto da TgCom 24, Gaetano Scutellaro avrebbe detto testuali parole al nipote dell’anziana, alla quale avrebbe rubato il Gratta e vinci da 500mila euro: “Ho saputo che avete denunciato, ritirate la querela. Non ti preoccupare, troviamo una soluzione, dammi dei soldi, perché qui i soldi ci sono e sono tanti”. Affermazioni alle quali avrebbero fatto seguito alcune minacce, rendendo ancor più grave il quadro per il 57enne.

Inoltre, la telecamera di sicurezza della tabaccheria ha registrato tutto quanto è accaduto all’interno del punto vendita, con la donna che prima vince 10 euro con un Gratta e vinci, poi ne acquista altri due. Dopo un po’, esce, ma ha un sussulto: in uno dei due è presente la fortunatissima vincita. Attende quindi che tutti i clienti escano e mostra al giovane che le ha venduto il ticket il biglietto. A questo punto, il biglietto passa dall’uomo alla cassa a sua moglie. Intanto, mentre la donna chiama il nipote per avvisarlo della vincita, arriva Scutellaro, che non si toglie neppure il casco, prende il tagliando e va a controllare “se è tutto a posto”. La signora lo attenderà, invano, due ore, prima di capire di essere stata derubata e di sporgere denuncia per il furto che aveva appena subìto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA