Gué Pequeno, haters: “vergogna, è commerciale”/ “Unisco rap e pizzica: e allora?”

- Bruno Zampetti

Gué Pequeno è tra i protagonisti della Notte della Taranta, in programma a Melpignano, nel cuore del Salento. Strano il medley tra pizzica e rap.

Gue Pequeno TheVoice CS1280
Guè Pequeno

Gué Pequeno è il secondo dei superospiti della Notte della Taranta dopo Elisa (almeno in ordine di fama). Gué fa una cosa non proprio leale, almeno per i puristi del concerto di Melpignano. Il rapper, infatti, “sfrutta” il grande palco per dare un assaggio del suo ultimo singolo, Bling bling (Oro). Pequeno mischia il sacro al profano, azzardando un medley tra pizzica e rap. Tutto concordato, ovviamente. E per lui non è nemmeno una cosa così strana: “Non è fantascienza. Il groove, il bit è riconducibile un po’ al nostro mondo, un po’ funky, un po’ black, la radice è quella”, ha dichiarato durante le prove all’Ansa. “Inizialmente”, prosegue, “pensavo fosse una cosa più difficile, invece mi sono trovato da Dio, mi sono divertito. Penso che il suono sia un bell’esperimento e che questa manifestazione, non parlo di politica, ma dal punto di vista visivo e sonoro dà di per sé un messaggio universale sicuramente super ‘love’ e positivo”. Nonostante le buone intenzioni, il pubblico a casa non gradisce. Non gli è bastato mettere le mani avanti, per evitare le critiche. Alcuni, su Twitter, si chiedono cosa ci faccia un artista così pop all’interno di una manifestazione come questa. Altri ancora ci vanno giù pesante: “Vergogna, stanno commercializzando la nostra tradizione”. (agg. di Rossella Pastore)

Gué Pequeno e la collaborazione con Elettra Lamborghini

Gué Pequeno sarà tra i protagonisti della Notte della Taranta, in programma a Melpignano, nel cuore del Salento. Un appuntamento ormai diventato uno dei punti di riferimento dell’estate italiana e che è anche conosciuto all’estero, visto che si svolge in una delle zone più conosciute del nostro Paese a livello internazionale. Il rapper milanese nell’ultimo mese è stato protagonista di concerti che l’hanno portato anche alla celebre Capannina di Forte dei Marmi, nella Versilia, altra località costiera molto nota anche fuori dai confini nazionali. La scorsa settimana era invece a Gallipoli, uno degli altri noti centri del Salento. Di certo quest’estate è molto soddisfacente dal punto di vista professionale per Cosimo Fini, visto il successo che sta avendo “Fanfare”, il brano che lo vede protagonista insieme a Elettra Lamborghini. Ai microfoni di Radio 105, la Lamborghini, a proposito di questo brano ha detto: “Quando ho ascoltato la canzone mi ha preso davvero subito. Me la sento davvero mia, nonostante io non abbia scritto nemmeno una parola. Questo considerando che a me piace molto scrivere”.

Gué Pequeno:”The Voice of Italy? Ho dimostrato un rapper sa parlare e non dire solo ‘bitch'”

Elettra e Gué, prima di questo successo estivo, sono stati giudici a The Voice of Italy. A proposito della sua partecipazione al programma, dove è riuscita a portare al secondo posto Brenda Carolina Lawrence, il rapper a Vanity Fair aveva detto: “Agli inizi dell’era talent ero diffidente, poi mi è diventato chiaro che, per esistere musicalmente, o fai rap o partecipi a un talent. Il king assoluto di questa edizione è stato Gigi d’Alessio ma anche io credo di esserne uscito bene. In questi tempi in cui tutto è fake, io ho portato la mia competenza musicale che è vera. In più, ho dimostrato che anche un rapper sa parlare e non dire solo ‘bitch’”. A proposito del successo della musica trap tra i giovanissimi ha invece dichiarato: “Quando ero piccolo io c’era la musica zarra e si ascoltava quella. Adesso c’è la trap che è melodica ma soprattutto ha tutta la sua estetica. Da cosa dovrebbe essere incantati i ragazzini, da Tiziano Ferro ed Eros Ramazzotti? O da Sfera Ebbasta che è tutto colorato?”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA