Guido Silvestri/ “Seconda ondata coronavirus è possibile”

- Carmine Massimo Balsamo

Il virologo Guido Silvestri in audizione alla commissione Affari sociali della Camera: il punto sull’emergenza coronavirus e le ultime notizie.

immunità di gregge antonio bertoletti
Test coronavirus (LaPresse)

La battaglia contro il coronavirus è tutt’altro che vinta, il campanello d’allarme arriva dal virologo Guido Silvestri. Intervenuto in audizione alla commissione Affari sociali della Camera, il docente della Emory University di Atlanta ha messo in chiaro che una seconda ondata di coronavirus è tutt’altro che da escludere: «Non lo sappiamo, ma personalmente, per la conoscenza che ho dei coronavirus, credo che sia possibile: prima del Sars-CoV-2 sono apparsi sei coronavirus, entrati nella popolazione umana. Di questi sei: due sono spariti (Sars e Mers), gli altri quattro sono rimasti e sono diventati virus stagionali». Silvestri ha spiegato che inoltre che questi virus generalmente si affacciano tra l’inizio dell’inverno e l’inizio della primavera.

GUIDO SILVESTRI: “SECONDA ONDATA CORONAVIRUS É POSSIBILE”

Nel corso dell’audizione in Commissione Affari sociali alla Camera, Guido Silvestri ha spiegato che l’attenuazione del coronavirus è una ipotesi molto plausibile ma che necessita di una verifica: «Per quanto riguarda la tempistica di questa attenuazione, al momento non sappiamo molto, ma c’è una mole di studio straordinaria che si sta sviluppando per capirlo».

Il virologo Guido Silvestri ha messo in risalto che l’attenuazione del virus è un tema complesso dal punto di vista virologico: «Ciò che sappiamo da esempi nel campo, è che i virus si adattano a una coabitazione l’ospite. Ciò significa che i virus tendono, nel corso del tempo, ad attenuare la patogenicità, cioè tendono a causare malattie meno gravi. Questo è un fenomeno generale dei virus. A volte lo fanno più velocemente, altre più lentamente».



© RIPRODUZIONE RISERVATA